Quantcast

Coronavirus e attività sportiva, il ministero dell’Interno: «Sospesi anche allenamenti individuali di sport di contatto»

Misure più restrittive dopo l'ultimo Dpcm

Più informazioni su

Imperia. Misure più restrittive per l’attività sportiva. Dopo l’ultimo Dpcm, il Ministero dell’Interno annuncia con una circolare, emanata il 27 ottobre, nuove disposizioni a causa dell’evolversi della situazione epidemiologica contrassegnata da un ulteriore incremento dei contagi giornalieri da Covid-19.

Diversamente dal precedente Dpcm, gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, restano consentiti solo “a porte chiuse” nel caso in cui si tratti di eventi e competizioni riconosciuti di interesse nazionale nei settori professionistici e dilettantistici mentre sono sospese anche le manifestazioni sportive di interesse regionale.

«Sono inoltre sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché i centri culturali, i centri sociali e i centri ricreativi» – si legge nella circolare. Sono però consentite agli atleti professionisti e non professionisti degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di interesse nazionale, in tali impianti e strutture le competizioni e le sessioni di allenamento, purché esse avvengano a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva.

Nuove misure per gli sport di contatto: «Le attività sportive e motorie di base non di contatto che si svolgano all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, restano consentite, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid. Per quanto riguarda, invece, gli sport di contatto, individuali e di squadra, ora potranno tenersi solo le manifestazioni, al chiuso o all’aperto, di interesse nazionale e senza presenza di pubblico. Inoltre, sempre per tali attività sportive vengono sospese non solo le gare e le competizioni ludico-amatoriali ma anche tutte le altre attività connesse, praticate a livello dilettantistico di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento e le attività di allenamento svolte in forma individuale».

Più informazioni su