Quantcast

“Bella e sicura”, Palazzo Garnier programma il restyling di Bordighera per i prossimi tre anni

Negli obiettivi del Comune una migliore fruizione della città, da parte di residenti e turisti

Più informazioni su

Bordighera. Ecco come cambierà, secondo i progetti di Palazzo Garnier, il look cittadino negli anni a venire. Si tratta di tutta una serie di interventi inseriti dagli uffici del Comune, alla voce “lavori pubblici”, nel Dup (Documento unico di programmazione finanziaria), di recente presentazione, per il triennio 2021-2022-2023.

Due delle parole d’ordine, tra le altre, che ricorrono spesso nel documento comunale sono “bello” e “sicuro”, associate spesso al concetto di fruizione della città, da parte di residenti e turisti, che ha e aveva l’ammistrazione Ingenito. Quest’ultima ha programmato di realizzare l’idea, nella concretezza, con tutta una serie di opere pubbliche.

Una delle priorità è il restyling dei marciapiedi, perché siano “belli e sicuri”. E’ stata programmata un’ampia gamma di interventi. Si parte da via Vittorio Emanuele, tra corso Italia e via Veneto. In progetto anche opere anche sul proseguimento del tratto via Noaro-via San Marco. Si vuole  il marciapiede a bordo Aurelia tra le vie Ferrara e Rattoconigli. Proseguirà, negli intendimenti del Comune, in tutte le aree dove già sono in atto lavori specifici, la rimozione delle barriere architettoniche.

L’illuminazione pubblica, secondo programma, sarà sottoposta ad una sostituzione delle lampade, finalizzata all’efficientamento energetico. Nel centro storico di Bordighera alta, le luci verrà sostituite e modificate con finalità estetiche. Palazzo Garnier, municipio cittadino, dovrà essere sottoposto ad interventi di riqualificazione energetica. Idem per la palestra Conrieri, utilizzate da scuole ed associazioni sportive.

Si vuole rifare il trucco anche un altro gioiello bordigotto: la passeggiata mare. Si parla di una riqualificazione del tratto tra il sottopasso ferroviario e Sant’Ampelio. C’è già progetto, finanziamenti e l’intervento dovrà essere coordinato sistematicamente con la realizzazione della pista ciclabile nell’ambito di “Edu Mob” e con la riqualificazione della rotonda. Verranno rifatti gli asfalti della passeggiata sul lato mare di ponente a partire dal depuratore.

Chi uscirà dall’autostrada al casello cittadino, al primo incrocio, se il progetto verrà approvato, ricerverà il benvenuto vedendo una fontana con statua. Previsti anche diversi tratti di pista ciclabile in città, dal lungomare al centro. Stop all’incuria a Bordighera, con obiettivi primari la pineta, il Palazzo del Parco e le periferie, obiettivo da raggiungere anche tramite il potenziamento degli impianti di video sorveglianza, contro i comportamenti incivili di alcuni soggetti.

Più informazioni su