Quantcast

Winners Rally Team, in cinque al Rallye Sanremo

Roberto Gobbin sarà impegnato nella gara di campionato europeo in Portogallo e lo scalatore Roberto Malvasio gareggerà in Friuli

Sanremo. Emergenza sanitaria o no, il Sanremo resta il Sanremo. Con il fascino delle sue prove speciali nell’entroterra, e il profumo dei fiori, anche a ottobre, in città. Non hanno saputo resistere a questo fascino cinque portacolori della scuderia torinese Winners Rally Team che nel prossimo fine settimana affronteranno la gara della Città dei Fiori.

Alla 67esima edizione del Rallye Sanremo prenderanno parte Davide Porta-Andrea Segir, che sono in lizza per il titolo R1 del Campionato Italiano Rally, classifica in cui il giovane torinese occupa la seconda piazza. Il giovanissimo Davide Porta è alla sua prima esperienza sugli asfalti sanremesi, ma può contare sulla lunga esperienza di Andrea Segir, che prende parte alla gara ligure per la quinta volta. Subito dietro Porta scatta il trofeista Nicola Schileo, attuale leader della classifica tricolore della Suzuki Rally Cup con la sua Suzuki Swift di Classe R1, con la quale è anche in lotta per la classifica R1 del Campionato Italiano Rally, dove occupa la quarta posizione. Schileo è alla sua prima esperienza al Rallye Sanremo. Della partita saranno anche i valdostani Marcel Porliod-André Perrin con la loro Ford Fiesta, mentre a via della 12esima edizione del Sanremo Leggenda si presenterà Antonio Numeroso, per la prima volta affiancato da Paolo Pontari, con la sua Opel Corsa GSI di Classe Racing Start da quattro anni fedelissimo della gara di contorno del Sanremo.

Appuntamento fra le storiche del Sanremo per Andrea “Zippo” Zivian e Denis Piceno, ansiosi di riscattare il recente ritiro dell’Elba Storico per guasto al motore della loro Audi quattro. “Zippo” è alla quinta partecipazione al Rally della Riviera di Ponente, avendo iniziato fra le moderne con una Punto S1600 nel 2007 e partecipato all’edizione dello scorso anno quando chiuse sesto assoluto con la “quattro” nel rally storico.

Trasferta in chiave europea al Rally Fafe Montelongo, in Portogallo, per Roberto Gobbin, affiancato da Alessandro Cervi, a caccia con la sua 124 Abarth rally di punti pesanti per l’Abarth Rally Cup, di cui attualmente occupa la seconda posizione assoluta.

Infine trasferta friulana per Roberto Malvasio, impegnato con la sua Osella PA21 nella Cividale-Castelmonte, valida per il Trofeo Italiano Velocità in Montagna, che si svolge domenica 4 ottobre in due manche su un percorso di 6.395 metri con una pendenza media del 6,4%

Il 67° Rallye di Sanremo richiamerà i concorrenti venerdì 2 ottobre per le verifiche sportive mattutine, cui farà seguito nel pomeriggio lo Shake Down. La parte agonistica si svolgerà in un’unica giornata, sabato 3 ottobre, con partenza alle 7.10 del mattino, quando le vetture usciranno dal parco assistenza per dirigersi sul classico trittico di prove di Passo Teglia, Langan e Vignai, prima di tornare a Sanremo per il riordino e l’assistenza che terranno fermi gli equipaggi in riva al mare per quasi due ore. Nel primo pomeriggio nuovo giro sulle tre prove, ancora un riordino e parco assistenza a partire dalle 15.50 per chiudere in serata con il terzo e ultimo passaggio su Passo Teglia, Langan e Vignai, prima di tornare alle 20.12 nell’area della Vecchia Stazione per la conclusione della gara. Il 67° Rallye Sanremo si sviluppa su 340,62 chilometri di percorso, 102,03 di tratti cronometrati suddivisi in tre prove speciali da ripetere tre volte.

Il Rally Fafe Montelongo 2020 entra nel vivo giovedì 1 ottobre con le ricognizioni del percorso, per proseguire venerdì con lo shake down. Sabato alle 8.30 partono i cronometri che si fermeranno domenica con la conclusione della gara alle ore 18.30. Il Rally Fafe Montelongo si sviluppa su un percorso di 535,06 km di cui 182,94 suddivisi in 18 prove speciali, tutte su asfalto.