Quantcast

Vittoria Toti, il sindaco di Sanremo Biancheri si congratula con il rieletto presidente di Regione Liguria

Sulla netta sconfitta dell'alleanza PD-M5S-liste di sinistra spiega: «E' da tempo che dico che è una formula che non avrebbe funzionato»

Sanremo. «Ho chiamato il presidente Giovanni Toti per fagli i complimenti per la netta vittoria e per augurargli buon lavoro per i prossimi cinque anni. Serviranno grande impegno e tanto lavoro per dare alla regione e al nostro ponente ligure quelle risposte che si aspettano, in particolare su sanità, infrastrutture e lavoro», così il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri.

In attesa di conoscere anche i risultati dei candidati consiglieri, il Sindaco fa anche una prima analisi politica del voto regionale: «In generale, rispetto a cinque anni fa ho visto un arretramento del voto sovranista e populista in favore di quello moderato, tendenza che già qui a Sanremo avevamo anticipato alle amministrative dello scorso anno. L’exploit di Cambiamo anche qui a Sanremo, città più popolosa del ponente ligure, non mi sorprende affatto.

Da mesi registravo in gran parte del mio elettorato una convergenza su Cambiamo, percepito in forte continuità con Sanremo al Centro: un movimento civico, centrista e moderato. Inoltre credo che l’elettorato sanremese abbia premiato la lista di Toti perché ha colto che nell’ultimo anno ho personalmente avviato un’interlocuzione programmatica importante e posto le basi per progetti estremamente significativi per la città. Progetti che ora dobbiamo portare a compimento e su cui il presidente Toti ha preso impegni precisi con la cittadinanza».

Sulla netta sconfitta dell’alleanza PD-M5S-liste di sinistra, Biancheri spiega: «E’ da tempo che dico che è una formula che non avrebbe funzionato. Più di un anno fa ai vertici regionali del Partito Democratico consigliai di puntare al centro, al voto civico e moderato, costruendo un modello nuovo che risulta vincente sui territori. Si è scelta un’altra strada e mi sembra che oggi i liguri si siano espressi chiaramente».