Quantcast

Ventimiglia, il Covid fa cambiare gli orari dei locali: i dettagli dell’ordinanza

Le violazioni saranno punite con multe da 250 a 1500 euro

Ventimiglia. Mai aperti oltre mezzanotte e mezza e stop alla vendita d’asporto di bevande e superalcolici. Per garantire «la salute umana, evitando il diffondersi del Covid-19», il sindaco Gaetano Scullino ha firmato un’ordinanza che regola l’apertura (e la chiusura) di bar, pub, ristoranti e locali destinati alla “movida”. Una scelta, quella dell’amministrazione comunale, ritenuta necessaria per «continuare a garantire un elevato livello di protezione e distanziamento sociale al fine di contenere il diffondersi della citata epidemia nel territorio comunale di Ventimiglia».

I dettagli dell’ordinanza in vigore fino al 30 novembre:

Esercizi di somministrazione di alimenti e bevande comprese quelle alcoliche: possono restare aperti per tutti i giorni dell’anno, con un minimo di 5 ore giornaliere di apertura al pubblico, entro i seguenti limiti orari:
– dalle 5,00 alle ore 24,00 da lunedì a giovedì;
– dalle 5,00 alle 00,30 nei giorni di venerdì, sabato, domenica, prefestivi e festivi.

Musica dal vivo, intrattenenti musicali, televisivi, meccanici e da gioco: per tutti i giorni della settimana dalle 10,00 alle 24,00.

Intrattenimenti musicali e danzanti nei locali (svolti in ambito dell’area aperta al pubblico, interna o esterna, delle attività commerciali) orari differenziati a seconda della zona in cui si trovano:
– per i pubblici esercizi situati nella zona prettamente turistica e maggiormente frequentata della città, e quindi nelle vie cittadine ubicate fronte mare di seguito esaustivamente elencate: Via Marconi – dalla Galleria degli Scoglietti all’incrocio con Via Trossarelli; Passeggiata Cavallotti – dall’incrocio con Via Milite Ignoto all’incrocio con Via Dante; Passeggiata Trento e Trieste – dall’incrocio con Via Dante all’incrocio con Via Tacito; Lungomare Varaldo – dall’incrocio con Via Tacito all’incrocio con Via Lamboglia: dalle 18,00 alle 23,00 dalla domenica al giovedì; dalle 18,00 alle 24,00 venerdì, sabato e prefestivi.
–  per tutti gli altri: dalle 18,00 alle 23,00, tutti i giorni.

«In caso di manifestazioni di particolare valenza artistica e quindi di richiamo turistico, in particolari ricorrenze del calendario ed in occasione di rilevanti eventi organizzati dal Comune – è specificato nell’ordinanza – il Sindaco può autorizzare, su specifica istanza dell’organizzatore o del singolo operatore opportunamente motivata, diversi limiti degli orari di apertura e chiusura dell’esercizio».

Norme speciali “anti-Covid”: è vietata la vendita da asporto di alcolici e superalcolici dalle 22,00 alle 6,00; è vietato il consumo di alcoolici e superalcoolici all’aperto, su suolo pubblico, dalle 22,00 alle 8,00.

Le violazioni saranno punite con multe da 250 a 1500 euro.

Il testo dell’ordinanza in versione pdf: ordinanza disciplina orari