Quantcast

Ue, Campomenosi (Lega): «Accelerare su opere fondamentali per Liguria e Italia»

«Emendamenti Lega in Ue»

Più informazioni su

Genova. «Mentre il Governo Conte fa propaganda elettorale con un libro dei sogni su un Recovery immaginifico nelle risorse e lontano nei tempi che costerebbe almeno 700 miliardi che non esistono, la Lega in Parlamento Europeo ha presentato una serie di emendamenti allo scopo di includere tra le grandi opere delle reti Ten-T finanziabili con fondi europei alcuni importanti progetti come il Ponte sullo Stretto di Messina, la Pontremolese, la tratta Adriatica, e completare rapidamente opere già in corso di realizzazione come Terzo Valico, TAV e galleria del Brennero.

È il momento che l’Italia porti a compimento i grandi progetti per tornare finalmente competitivi su scala globale per la movimentazione di merci e passeggeri. La burocrazia e la farraginosità dei meccanismi europei rende difficile una rapida realizzazione delle opere necessarie al nostro Paese. A questo si aggiunge l’immobilismo del Governo che sta definitivamente bloccando il loro sviluppo, basti pensare che per avviare i lavori della Gronda di Genova, già finanziata dai pedaggi dei cittadini, basterebbe una firma del Ministro dei Trasporti. A Bruxelles abbiamo chiesto di premere l’acceleratore sul completamento e la realizzazione di infrastrutture indispensabili».

Così dice Marco Campomenosi, capo delegazione della Lega al Parlamento Europeo, componente della Commissione Trasporti, in merito agli emendamenti presentati dalla Lega alle linee guida per la ridefinizione delle opere infrastrutturali strategiche di tutta Europa, comprese nelle reti TEN-T.

Più informazioni su