Quantcast

Sanremo, raccolti fondi per realizzare la scritta “Nessuno è straniero”: l’iniziativa di 6000 Sardine Ponentine

«Per fa capire che in mezzo a tanta indifferenza c’è ancora una politica e una popolazione pronte a metterci la faccia»

Sanremo. «Una scritta non cambierà il mondo ma almeno fa capire che in mezzo a tanta indifferenza c’è ancora una politica e una popolazione pronte a metterci la faccia. Tra la raccolta fondi pubblica e la raccolta sulla pagina Facebook del nostro gruppo 6000 Sardine Ponentine, siamo felici di annunciare che abbiamo raccolto il patrimonio che garantisce l’esecuzione della scritta, con vernici ad acqua rimovibile, anche a Sanremo. Abbiamo scelto “Nessuno è straniero” ( come a Sestri Levante) da scrivere in accordo e con l’autorizzazione del Comune di Sanremo, su una strada della città di Sanremo, grazie al contributo di tanti privati cittadini e una pregiata associazione quale l’ANPI di Sanremo.

In particolare siamo grati al contributo del Partito Democratico di Sanremo, ai contributi volontari dei candidati alle prossime elezioni regionali Andrea Gorlero e Claudia Regina del PD ed Ersilia Ferrante e Fabio Ormea di Linea Condivisa Sinistra per Sansa.

“D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.” (Italo Calvino – Le città invisibili); l’intento è di sottoporre a tutti che è a livello di comunità ad essere coinvolti nella faticosa azione di accogliere: un monito che non soltanto ci ricorderà i fondamentali principi universali, ma anche come monito per crescere culturalmente, socialmente e, di conseguenza, anche economicamente, ponendo, come ha scritto Italo Calvino, la risposta a una domanda di ospitalità che ci arriva da sempre e che per la sua natura accogliente, una città come Sanremo, la pone come priorità verso tutti: come prima preoccupazione per i cittadini e per la comunità» – fa sapere il gruppo 6000 Sardine Ponentine.