Quantcast

Sanremo, il pensiero di Liguria Popolare sui risultati delle Regionali

«Proseguiamo serenamente il nostro progetto civico nel rispetto dei nostri ideali e tenendo presente che la maggior parte di noi fa politica per passione e non per professione»

Sanremo. «In primis ci congratuliamo con Giovanni Toti per la grande vittoria alla quale abbiamo dato il nostro contributo. A Sanremo siamo partiti in questa avventura sapendo che sarebbe stato molto complicato prendere un collegio e l’elettorato normalmente si sposta sul “voto utile” sul quale molti partiti hanno naturalmente giocato favorendo maggiore consenso. Abbiamo investito due anni sul progetto civico ed il cambiamento della legge elettorale a pochi mesi dal voto ha portato ad un accordo con un partito tradizionale che molti amici non hanno accettato.

Il nostro simbolo è rimasto oscurato dalla forza del partito tradizionale e in provincia di Imperia il nostro movimento vedeva un solo candidato – Bissolotti – rispetto agli altri tre che erano riconducibili a Forza Italia. Tenendo presente che altri candidati hanno fatto in provincia di Imperia il record delle preferenze a livello regionale riteniamo di aver fatto un lusinghiero risultato. A Genova, collegio ben più ampio ed importante, colleghi di Liguria Popolare non hanno avuto lo stesso consenso.

Proseguiamo serenamente il nostro progetto civico nel rispetto dei nostri ideali e tenendo presente che la maggior parte di noi fa politica per passione e non per professione. Continueremo a portare il nostro contributo progettuale e propositivo nelle varie sedi istituzioni e continueremo il lavoro in Consiglio Comunale a Sanremo con Andrea Artioli e Piero Correnti. Il Gruppo di Liguria Popolare a Sanremo ringrazia tutti coloro che ci hanno dato fiducia e che hanno lavorato durante la campagna elettorale» – afferma Liguria Popolare Sanremo