Quantcast

Sanremo, furti e una rapina. La polizia sgomina baby-gang: quattro minorenni, tre sotto i 14 anni foto

La banda di origini straniere è stata deferita alla Procura dei Minori. I più giovani non sono imputabili

Sanremo. Furti in abitazioni e una rapina. Gli agenti del commissariato matuziano hanno assicurato alla giustizia i componenti di una baby-gang formata da quattro minorenni, di cui tre sotto i 14 anni e quindi non imputabili.

I fatti. Nel mese di agosto erano giunte diverse telefonate al commissariato sanremese della Polizia di Stato con le quali venivano segnalati furti e tentati furti in appartamento. In alcune occasioni – stando alla ricostruzione fatta dalla polizia – i richiedenti hanno riferito di aver visto dei giovanissimi ragazzi stranieri, di cui veniva fornita una descrizione dettagliata.

Nella mattinata del 22 agosto scorso, un uomo vittima di furto in appartamento, in sede di denuncia raccontava di quando quella mattina aveva sentito suonare con insistenza al proprio campanello e, aperta la porta, aveva trovato dinanzi a sé un ragazzo di giovane età che chiedeva se vi fossero camere in affitto. Alla risposta negativa il giovane si allontanava guardando con insistenza l’appartamento.

Sempre secondo fonti del commissariato, il denunciante di cui sopra riferiva di essere andato al lavoro e di essere rincasato a notte fonda, accorgendosi che l’appartamento era stato messo a soqquadro e che era stata asportata la somma di circa 8000 euro. Nello stesso giorno, una donna denunciava il tentato furto nella sua abitazione. Dal modus operandi e dalla descrizione dei tre soggetti, si riscontravano numerose analogie con l’altro furto commesso nello stesso giorno.

In data 8 agosto, inoltre, in concomitanza alla gara ciclistica Milano – Sanremo, uno dei minori – di anni 13 – insieme ad altro minore di anni 14 (unico imputabile) era stato accompagnato presso gli uffici del commissariato perché ritenuto responsabile di rapina impropria perpetrata in una villetta ai Tre Ponti. In quel contesto i due ragazzi sarebbero entrati nell’abitazione ma, una volta scoperti, avrebbero aggredito la figlia dei proprietari per garantirsi la fuga, interrotta solo dall’arrivo di un equipaggio della squadra volante. Benché affidati ad una idonea struttura di questa provincia, i due soggetti fuggivano dopo poche ore facendo perdere le loro tracce.

La responsabilità dei giovani (4) di cui tre minori degli anni 14 è stata individuata grazie alla minuziosa attività degli investigatori, anche grazie alla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza cittadina, riscontrando gli elementi indiziari forniti in fase di denuncia. Nonostante la giovane età, i predetti sono gravati da numerosissimi precedenti, tutti specifici in relazione al compimento di furti in abitazione.
Tutti i giovani (di etnia rom) individuati come gli autori dei reati, sono stati segnalati alla Procura dei Minorenni di Genova. Tre degli stessi risultano infra quattordicenni e pertanto non imputabili.