Quantcast

Sanremo, blitz della Gdf a Palazzo Bellevue: nel mirino la gestione dei campi sportivi

Tutto partito da una serie di esposti in procura

Sanremo. Sarebbe legata a una serie di esposti in Procura presentati dai legali di Carlo Barillà, ex presidente della Sanremese Calcio, l’inchiesta che ha portato la Guardia di Finanza a Palazzo Bellevue. Stando a quanto si apprende, le indagini vertono a far luce sull’affidamento della gestione dei campi sportivi matuziani.

Secondo quanto contestato da Barillà, in particolare, lo stadio comunale sarebbe stato affidato in concessione senza un appalto. Ma nel mirino delle Fiamme Gialle ci sono anche i campi di Pian di Poma: sempre l’ex presidente della Sanremese aveva denunciato la mancata voltura al gestore delle utenze, con la conseguenza che le spese sono tutte a carico del Comune. Sarebbe anche mancato inizialmente, sempre secondo quanto dichiarato da Barillà, un contratto firmato tra Palazzo Bellevue e il gestore.

Sull’inchiesta al momento vige il massimo riserbo da parte degli inquirenti che al momento non confermano la presenza di nomi iscritti nel registro degli indagati.

I militari delle Fiamme Gialle hanno già acquisito diversa documentazione e non è escluso che l’indagine possa allargarsi anche ad altri appalti pubblici.