Quantcast

Riempie di gas abitazione per farla saltare in aria, si è costituito a Pieve di Teco Alberto Grosso

L'uomo è accusato di tentata strage ai danni della famiglia della sorella

Pieve di Teco. Dopo le ricerche andate avanti tutta la notte da parte dei carabinieri, si è costituito nella caserma del piccolo comune imperiese Alberto Grosso, 53 anni, con vecchi precedenti, che avrebbe tentato di far saltare in aria l’abitazione della sorella a Villanova d’Albenga nella giornata di ieri.

Il 53enne avrebbe confessato di essere responsabile della saturazione con il gas dell’abitazione, provocata allo scopo di farla esplodere la villetta dove abitano la sorella e il cognato, assieme a due figli. La casa, al momento dell’accaduto, risultava fortunatamente vuota: la sorella e il cognato, infatti, erano in vacanza. 

L’accusa è di tentata strage e l’uomo ora si trova in stato di fermo presso la caserma di Pieve.