Quantcast

Imperia, Riccardo Ferrante: «Ateneo genovese fondamentale presenza nel Ponente» foto

Al Polo di via Nizza corsi in presenza ma c'è anche la possibilità di seguire on line

Imperia. «Noi siamo qui, noi resistiamo e faremo di tutto perché l’Università di Genova mantenga questa sua fondamentale presenza nel Ponente ligure». Riccardo Ferrante, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza conferma la volontà dell’Ateneo genovese di mantenere il presidio a Imperia e spiega le modalità di ripresa dei corsi in tempi di Coronavirus.

Riccardo Ferrante

«E’successo poi -prosegue Ferrante –  che proprio l’emergenza Covid che nessuno di noi si aspettava e francamente ne avremo molto volentieri fatto a meno, ha dimostrato che proprio il Polo di Imperia è in grado di reagire e, appunto, proprio per la sua struttura, per come è stato concepito costruito e sviluppato fornisce di fornire degli spazi che consentono di fare didattica in presenza. E’ la dimostrazione dell’importanza di questo insediamento,  culturale che va al di là di fare delle lezioni. Abbiamo una biblioteca bellissima, una raccolta di libri antica tra le più importanti della Regione addirittura a livello nazionale. Si organizzano iniziative,  è un polmone culturale fondamentale. I docenti di Genova vengono a fare lezione anche a Imperia.  I corsi di Giurisprudenza di Genova sono una eccellenza a livello nazionale, nelle classifiche del Censis la Facoltà è sempre tra le prime dieci e nella parte alta della classifica, sopra la metà. a Imperia noi ci siamo e continueremo a fare questo. In più c’ è il corso di Scienze turistiche che compete a Economia. Insomma mi sembra inconcepibile che l’Università in collaborazione con le iIstituzioni locali non facciano di tutto perché il Polo resti qua. Io sono ottimista e francamente non sono mai stato smentito in anni».

«A Imperia, dunque,  in particolare noi siamo in grado di fare i corsi in presenza. Questo è un grande risultato. La struttura del Polo di via Nizza si presta molto bene. Nello stesso tempo le lezioni sono fornite in streaming. Siamo in una situazione eccezionale,  capisco che anche gli studenti si sentono un po’ in difficoltà a capire come organizzare la propria vita. Alle lezioni si può partecipare in presenza, oppure in streaming. Ma ci sono anche delle lezioni registrate on – demand  che potranno essere scaricate. nelle aule insieme a Spu garantiremo tutte i necessari presidi di sicurezza. Le aule sono occupate al 25 per cento, ci sono percorsi particolari per l’accesso. Da sempre abbiamo una struttura web dalla quale il docente gestirà l’attività didattica», conclude Ferrante.