Quantcast

Referendum, Volpi: «Con la vittoria del sì il M5s si conferma motore del cambiamento»

«Sono quarant'anni che destra e sinistra parlano di taglio dei parlamentari, il cambiamento però ora ci sarà»

Sanremo. «Sono quarant’anni che destra e sinistra parlano di taglio dei parlamentari. E sono quarant’anni che alle parole non sono mai seguiti i fatti, anzi all’atto pratico questa riforma storica è stata continuamente osteggiata. Il cambiamento però ora ci sarà ed è una vittoria del MoVimento 5 Stelle», dichiara la deputata M5S Leda Volpi commentando la vittoria del Sì al Referendum.

«Il Sì peraltro ha vinto nonostante i giochini di palazzo – aggiunge –: ricordiamo bene come un manipolo di senatori forzisti con l’appoggio della Lega, in preda alla paura schizofrenica di perdere lo scranno o il potere, dopo aver votato sì in Aula si sono attivati con una raccolta firme per procedere alla richiesta di referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari. A questi si sono aggiunti i tanti che, sempre dopo aver votato Sì in aula o aver sostenuto in passato le tesi della riduzione del numero dei parlamentari, hanno iniziato a fare campagna invitando i cittadini a votare No, adducendo pretesti improponibili».

«Il M5S invece, coerente fin dalla prima ora, si è sempre espresso per il Sì. Il risultato di oggi ci dice che siamo sulla strada giusta: continueremo a portare avanti le nostre battaglie, che sono quelle dei cittadini che ci hanno eletto e ci hanno dato un mandato preciso. Restiamo il motore del cambiamento», conclude Volpi.