Quantcast

Olivetta San Michele prima tappa italiana della Riviera Electric Challenge foto

E' stata accolta dal sindaco Adriano Biancheri, l'assessore al Turismo Felice Troccoli ed il primo cittadino di Dolceacqua, Fulvio Gazzola

Olivetta San Michele. Tappa nel Comune della val Roja per la Riviera Electric Challenge. La sesta edizione della gara tra auto elettriche che si svolge a cavallo tra Francia e Italia, è arrivata in paese dopo essere partita stamane da Cagnes Sur Mer, passata da Nizza ed aver visto gli equipaggi svolgere le due prove di regolarità (Nizza- la Turbie e La Turbie-Sospel) organizzate dall’ A.C. Nizza.

La prima tappa nel Belpaese è stata accolta dal sindaco Adriano Biancheri, l’assessore al Turismo Felice Troccoli ed il primo cittadino di Dolceacqua, Fulvio Gazzola. Ed è proprio nel borgo dei Doria che i concorrenti dove alloggeranno in oltre 70 camere tra B&B e Case Vacanze.

La mattina dell’11 settembre gli equipaggi si sposteranno verso San Romolo, attraversando i Comuni di Isolabona, Apricale e Bajardo per svolgere la terza prova di regolarità (Bajardo-San Romolo) organizzata da A.C. Ponente Ligure. Successivamente, passando per i comuni di Perinaldo, Soldano, San Biagio e Vallecrosia, raggiungeranno il Principato di Monaco per l’arrivo presso il Grimaldi Forum, sede dell’esposizione Ever.

Durante il transito nei Comuni italiani è prevista una fermata per il “controllo del passaggio” ed agli equipaggi sarà consegnato un opuscolo promozionale del paese ed un simpatico omaggio.

«Oltre ad essere un evento che permette di promuovere e far conoscere il nostro territorio – spiega Gazzola – il Riviera Electric Challenge ha l’importante obiettivo di sensibilizzare all’utilizzo delle auto elettriche e di promuovere la mobilità elettrica in generale. L’evento si svolgerà con la massima attenzione alle misure per il Covid-19; tutte le auto saranno sanificate al loro interno, mentre agli equipaggi ed organizzatori sarà misurata la temperatura ogni giorno. Ad ogni fermata sarà inoltre messo a disposizione del gel disinfettante e dato l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine».