Quantcast

Ineja food porta i piatti della tradizione di Imperia al festival del bonsai ad Andora foto

Assaggiatori d'eccezione sono stati il sindaco di Andora, Mauro Demichelis, l’assessore regionale Marco Scajola e il presidente dell'associazione Drynemetum, Giancarlo Pezzoni

Imperia. Il comitato San Giovanni ha partecipato all’evento internazionale dedicato agli appassionati del bonsai, invitato dall’associazione Drynemetum. Con grande piacere Ineja food ha portato all’evento i piatti della tradizione di Imperia e dell’entroterra: immancabile lo stoccafisso, cucinato nella celebre pentola Battistina dal gruppo di appassionati guidato da Guido Marchese. Non sono inoltre mancati il brandacujun di Stefano Zerbone, le penne allo scoglio, e la celebre frittura che ha completato il menù offerto al pubblico presente.

Assaggiatori d’eccezione sono stati il sindaco di Andora, Mauro Demichelis, l’assessore regionale Marco Scajola e il presidente dell’associazione Drynemetum, Giancarlo Pezzoni.

Con grande soddisfazione il presidente del comitato San Giovanni, Marco Podestà, commenta: «Ringrazio l’associazione Drynemetum per aver pensato al comitato nell’affiancamento della loro importante iniziativa. È stato un onore portare il nostro brand Ineja food all’interno di un evento così importante. Ringrazio il Sindaco e l’amministrazione comunale di Andora per l’ospitalità e naturalmente i soci del comitato che hanno fatto un grandissimo lavoro».

Mauro Demichelis, sindaco di Andora commenta: «Ringrazio il Comitato di San Giovanni di Imperia per aver accettato l’invito al Festival del bonsai. Andoresi e turisti hanno molto apprezzato la qualità della loro proposta gastronomica e compreso l’importante lavoro di promozione e salvaguardia della più autentica cucina tipica ligure che realizzano con successo ad ogni iniziativa».

Giancarlo Pezzoni, presidente del Drynemetum commenta: «E’ stato un onore ospitare il comitato San Giovanni alla 21esima edizione del nostro evento. La nostra manifestazione, riconosciuta a livello nazionale, quest’anno ha avuto importanti ospiti anche dalla Francia. La presenza di Ineja Food in una scenografia come quella del parco delle farfalle di Andora ha permesso di coniugare alla filosofia bonsaista la cultura enogastronomica del territorio e la bellezza del mare. Quest’anno abbiamo ospitato oltre 70 spazi espositivi, con una grande affluenza di appassionati e di pubblico, nel rispetto delle norme sanitarie previste a cui abbiamo prestato la massima attenzione, anche grazie alla location che lo ha reso possibile».

L’assessore Marco Scajola commenta: «E’ sempre un grande piacere partecipare alle iniziative del comitato San Giovanni che trasmette, assieme al presidente Podestà e a tutti i suoi volontari, l’entusiasmo per la storia e la cultura di Imperia e del territorio anche attraverso la gastronomia. Un evento importante che grazie alla filosofia bonsaista ha saputo richiamare un pubblico affezionato e allo stesso tempo ha rappresentato un volano turistico per molti visitatori».