Quantcast

Imperia, Siproimi e Aifo celebrano la Giornata Mondiale del Migrante e Rifugiato

«Accolti dal parroco don Lucio Fabbris, parteciperemo ed animeremo la messa delle 10.30 nella Basilica e Concattedrale dei Santi  Maurizio e Compagni Martiri»

Imperia. Il 27 settembre si celebra la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che la chiesa ha istituito nel 1914 e ricorda ogni ultima domenica di settembre.

«Come Siproimi ed A.I.FO. Imperia impegnati, ognuno secondo la propria mission, nel tentativo di restituire dignità ad ogni persona che giunge chiedendo accoglienza sul nostro territorio, abbiamo deciso di celebrare questa 106^ edizione  nella nostra città. Accolti dal parroco don Lucio Fabbris, parteciperemo ed animeremo la messa delle 10.30 nella Basilica e Concattedrale dei Santi  Maurizio e Compagni Martiri.

Papa Francesco ha voluto dedicare la celebrazione di quest’anno agli sfollati interni e ha voluto ricordare al mondo, anche nel messaggio rivolto all’Assemblea Generale dell’ONU, la responsabilità della produzione e traffico di armi e quindi di guerre, nonché la povertà causata da sistemi economici iniqui e anche le devastazioni ambientali causate dal cambiamento climatico come cause primarie di fuga dai propri paesi per milioni di Persone. Ognuno di noi deve esserne consapevole ed ognuno deve fare la propria parte» – dicono Susanna Bernoldi per A.I.FO. Imperia e Roberto Corradi per Siproimi Imperia.