Quantcast

Imperia, il metano arriva per altre 260 famiglie di Moltedo e Montegrazie foto

Presentata in Comune una nuova tecnologia per rilevare le dispersioni di gas

Imperia.  Proseguono le attività di metanizzazione delle frazioni di Moltedo e Montegrazie, dove Italgas ha di recente completato la conversione da GPL a gas naturale di altri due tratti di rete che hanno permesso di raggiungere ulteriori 260 famiglie della zona.

Come annunciato a luglio, nel corso di alcuni incontri con la cittadinanza, i residenti delle due località possono ora godere dei benefici del metano con un risparmio in bolletta di circa il 20%, oltre a poter contare su una maggiore sicurezza e continuità del servizio grazie al collegamento diretto con la rete nazionale e regionale di trasporto del gas.

A Moltedo, la conversione da GPL a metano ha interessato circa 120 famiglie, mentre a Montegrazie sono oltre 140 le utenze che stanno usufrendo di una fonte energetica più sicura, economica e sostenibile. Nell’ambito dei lavori, la società si è fatta carico degli adeguamenti tecnici necessari fino al contatore e ha provveduto anche alla sostituzione dei misuratori tradizionali con contatori di ultima generazione (smart meter) che permettono, tra le altre cose, la lettura in tempo reale dei consumi.

La conclusione dei lavori è stata anche l’occasione per un incontro a Palazzo di Città tra l’Amministrazione comunale e Italgas, nel quale l’azienda ha presentato le innovative tecnologie di Picarro Surveyor e WorkOnSite, impiegate rispettivamente nel monitoraggio preventivo delle condotte per una gestione sempre più efficace della rete e nel controllo da remoto dei cantieri.

Picarro è un sistema all’avanguardia nel settore della distribuzione gas che la società adotta in esclusiva per l’Europa. utilizza una sofistica sensing technology denominata CRDS (Cavity Ring-Down Spectroscopy). Speciali autoveicoli, equipaggiati anche con apparecchiature che rilevano velocità e direzione del vento, controlleranno periodicamente la rete cittadina allo scopo di individuare con sempre maggiore tempestività e precisione eventuali dispersioni.

‘WorkOnSite’ è invece l’applicazione sviluppata totalmente in house nella Digital Factory di Italgas per rendere sempre più efficienti e rapide le verifiche di conformità dei cantieri da remoto. Tali verifiche, un tempo realizzate con moduli cartacei, oggi sono automatizzate, digitali e avvengono in tempo reale, grazie a un algoritmo di intelligenza artificiale, integrato nell’applicazione, che sfrutta il riconoscimento delle immagini.

«Gli investimenti nella metanizzazione di nuove aree e nella digitalizzazione di processi e servizi sono parte della strategia di sviluppo territoriale e di innovazione tecnologica che stiamo attuando al fine di incrementare ulteriormente la qualità del servizio e rendere sempre più sicure le reti», sottolineano da Italgas.

«L’estensione della rete metano è un progetto al quale il sindaco Scajola e l’Amministrazione tengono davvero molto. È stato un percorso lungo, fatto di confronto con gli abitanti, ma alla fine abbiamo raggiunto il risultato. I cittadini avranno la certezza della continuità del servizio e costi più bassi. È un deciso miglioramento per la qualità della vita di queste due frazioni e vogliamo ripetere questo schema anche in altre zone della città», commenta l’assessore delegato, Gianmarco Oneglio.