Quantcast

Giornate europee del patrimonio, le iniziative sanremesi foto

Sabato 26 novembre al mattino apertura straordinaria del museo, al pomeriggio visita alla Villa Romana

Sanremo. Il museo civico di Sanremo, nella nuova sede di Palazzo Nota, aderisce alle “Giornate Europee del Patrimonio” con l’apertura straordinaria, ad ingresso gratuito, sabato 26 settembre dalle 9.30 alle 13.30.

Per l’occasione saranno esposte per la prima volta al pubblico le acqueforti del pittore e incisore Alberto Grosso (Torino 1860 – Sanremo 1928), che ha immortalato la Sanremo dei primi decenni del secolo scorso con sensibilità e gusto poetico. Le incisioni di Alberto Grosso provengono dalla collezione di Leo Lagorio.

Il monumentale edificio seicentesco di Palazzo Nota, un tempo luogo di residenza del commissario genovese e antica sede comunale, è stato interamente recuperato dopo un lungo lavoro di restauro che ha riportato alla luce, in tutta la loro bellezza, le ampie sale decorate con stucchi ed affreschi.

Il primo piano ospita la Sezione Archeologica con le più antiche testimonianze del nostro territorio a partire dall’epoca preistorica. I reperti archeologici sono perfettamente contestualizzati attraverso plastici e diorami che ricostruiscono gli ambienti del passato per coinvolgere i visitatori e suscitare il loro interesse. Nelle sale del secondo piano è stata allestita la Pinacoteca che conserva preziosi dipinti e sculture dal 1600 fino all’età contemporanea.

Tra le opere di maggiore pregio, spicca il dipinto “Incoronazione di Santa Caterina d’Alessandria tra le Sante Margherita e Apollonia” di Pieter Paul Rubens (1577- 1640), tornato al suo antico splendore dopo il lungo lavoro di restauro. Nel pomeriggio di sabato 26 settembre, sempre in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio”, dalle 17 alle 19.30, la Delegazione FAI di Imperia aprirà al pubblico, per l’ultima volta nel 2020, la Villa Romana della Foce. Da luglio, infatti, gli ultimi due sabati del mese alcuni volontari della Delegazione FAI di Imperia hanno accolto i visitatori alla Villa Romana.

Villa Romana, nota anche come Villa Matutia, è un insigne sito archeologico che presenta i resti di una villa signorile di epoca romana fornita di impianto termale e costruita tra il I e il II secolo d.C. in riva al mare, un luogo scelto proprio per la sua bellezza. L’apertura con accoglienza è resa possibile dalla collaborazione tra delegazione del FAI, Comune di Sanremo e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. I visitatori saranno accolti in sicurezza, nel rispetto delle norme in vigore.