Quantcast

Giornate Europee del Patrimonio 2020, eventi e manifestazioni in programma in provincia di Imperia

Saranno svelate due delle meraviglie nascoste di Rezzo: il Museo e le Strade della Pietra

Imperia. Aperture straordinarie, manifestazioni ed eventi. Anche la provincia di Imperia aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio durante il fine settimana del 26 e 27 settembre. Quest’anno sono dedicate al tema “Patrimonio ed educazione – imparare per la vita”.

Da Ventimiglia a Diano Marina un ricco programma per incrementare la valorizzazione dei luoghi della cultura 2020, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, nel rispetto delle misure di prevenzione dal rischio di infezione da Covid-19.

Gli eventi previsti in provincia di Imperia:

Sabato 26 settembre

  Bordighera, alle 16, visita guidata a Villa Mariani. Pompeo Mariani oltre che un grande pittore fu un raffinato collezionista di opere d’arte di vario genere. Nella sua ampia raccolta sono presenti importanti sculture di suoi amici che nell’occasione si potranno ammirare. Per informazioni telefonare al numero 0184 265556.

Diano Marina, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17, sarà visitabile il Museo Civico del Lucus Bormani al prezzo speciale di € 2,00 con gratuità per tutti i giovani visitatori.

Imperia, dalle 9 alle 13, l’Archivio di Stato di Imperia, prevede una serie di visite guidate, su prenotazione, al deposito della sede di Viale Matteotti, durante le quali ci sarà modo di ragionare sulla necessità di una maggiore consapevolezza delle proprie radici. Le visite saranno strutturate secondo un percorso tematico dal titolo: “Andar per lavatoi” che avrà il compito di proiettarci indietro nel tempo, per scoprire quanto era difficile la vita quotidiana dei nostri bisnonni, attraverso, ad esempio, la conoscenza di un’attività comune e “semplice” come fare il bucato. Molti documenti dell’archivio aiutano nell’indagine del passato come memoria, che è poi la chiave del nostro futuro. Il percorso si snoderà tra gli spazi della sala studio e quelli nascosti e segreti dei fondi archivistici.

Mendatica, dalle 15 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta della Parrocchiale dei SS. Nazario e Celso e della Chiesa di S. Margherita di Mendatica.

Molini di Triora, dalle 16, presentazione dei restauri delle pitture murali della Chiesa della Madonna della Montà, restaurati con finanziamento MIBACT e Compagnia di San Paolo di Torino, dipinti dal piemontese Antonio da Monteregale (l’unica opera firmata dell’artista, datata 1435), e delle altre opere d’arte contenute nell’edificio.

Ranzo, dalle 15 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta della Chiesa di San Pantaleo.

Rezzo, dalle 15 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta del Borgo di Cenova con il Museo e le Strade della Pietra, i maestri lapicidi di Cenova.

Sanremo, dalle 9.30 alle 13.30, apertura straordinaria, ad ingresso gratuito, al museo civico nella nuova sede di Palazzo Nota. Per l’occasione saranno esposte per la prima volta al pubblico le acqueforti del pittore e incisore Alberto Grosso (Torino 1860 – Sanremo 1928), che ha immortalato la Sanremo dei primi decenni del secolo scorso con sensibilità e gusto poetico. Le incisioni di Alberto Grosso provengono dalla collezione di Leo Lagorio. Mentre dalle 17 alle 19.30, si potrà visitare Villa Romana della Foce, nota anche come Villa Matutia. E’ un insigne sito archeologico che presenta i resti di una villa signorile di epoca romana fornita di impianto termale e costruita tra il I e il II secolo d.C. in riva al mare, un luogo scelto proprio per la sua bellezza. L’apertura con accoglienza è resa possibile dalla collaborazione tra delegazione del FAI, Comune di Sanremo e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. I visitatori saranno accolti in sicurezza, nel rispetto delle norme in vigore. Visite guidate al Forte di Santa Tecla dalle 10.30 alle 17.30. Dopo la conclusione del primo lotto, con l’apertura degli ambienti del piano terreno, proseguono i lavori – interamente finanziati dal Mibact – che porteranno al completamento del progetto di recupero, si potranno visitare gli spazi già recuperati e le terrazze, dove ora si concentrano le attività di restauro. Le terrazze sono spazi suggestivi che offrono un punto di vista nuovo su Sanremo ed il suo Porto Vecchio. Si potrà accedere in piccoli gruppi, in massima sicurezza, accompagnati dal Direttore del Forte e da uno dei progettisti dell’intervento per scoprire come sta avvenendo la trasformazione di Forte Santa Tecla, da fortezza a dominio delle città a luogo della cultura aperto alla città. Un evento per conoscere non solo il valore storico artistico di Forte Santa Tecla, ma anche le tecniche e le tecnologie impiegate il suo recupero. Visite guidate alle 10:30, 11:30, 12:30, 14, 15, 16, 17.

Taggia, alle 15.30, “Bastioni e fortificazioni: dal Ponte antico, lungo le mura e traverso le porte di città fino al Castello” in piazza IV Novembre. La visita guidata accompagnerà i presenti lungo gli antichi assi viari strategici a scoprire gli imponenti sistemi difensivi del borgo messi in opera nelle diverse epoche per proteggere la popolazione dai nemici e, in modo particolare, dalle incursioni piratesche della metà del XVI secolo. L’antica fortezza, il castrum difensivo edificato nei primi secoli dopo l’anno mille e rivisto quasi completamente nel XVI sec, è posto alla sommità dell’abitato antico in una posizione tale da sorvegliare il territorio di Taggia fino al mare ed è stato, negli ultimi anni, riattato e recuperato a teatro all’aperto: l’ingresso al Castello offre, dunque, una  visuale completa, emozionante ed inusuale del centro storico di Taggia (Borghi più belli d’Italia).

Ventimiglia, dalle 15,30, visite guidate con prenotazione al MAR-Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi”, che espone i reperti della città romana di Albintimilium, tra cui la famosa coppa vitrea con ictiocentauro del III secolo d.C. e il vaso per la conservazione e trasporto del miele di cui è stato recentemente curato un nuovo allestimento. Prezzo simbolico di 2 euro con ingresso gratuito per i giovani sino a 12 anni. Sarà aperta ai visitatori anche l’area archeologica di Nervia, dalle 9 alle 18. Si terranno visite guidate all’area, con la possibilità straordinaria di visitare la domus del Cavalcavia, importante edificio privato di età imperiale, situato lungo il decumano massimo. Durante la visita sarà possibile avere le prime anticipazioni delle prospezioni georadar effettuate nell’area del piazzale attiguo al teatro romano. Visite guidate gratuite alle 14.30 e alle 16.30. L’evento è in collaborazione con il Museo Civico Girolamo Rossi e l’Istituto Internazionale di Studi Liguri. Visite guidate anche al museo dei Balzi Rossi, dalle 10 alle 18,con la possibilità di effettuare laboratori durante la preistoria per scoprire come vivevano i nostri antenati, quali animali cacciavano e cosa mangiavano.

 

Domenica 27 settembre

Bordighera, alle 16, visita guidata a Villa Mariani. Per informazioni telefonare al numero 0184 265556.

Diano Marina, al Museo Civico del Lucus Bormani, in collaborazione con le Associazioni “APS Liguria Antica Lecste”, “Praefectura Fabrum” e “Touta Brivernos”, si ritornerà indietro nel tempo, fino all’epoca degli antichi Liguri e dei Romani. Dalle 11 alle 17 verrà organizzata nel parco antistante il Palazzo che ospita il Museo e la Biblioteca dianesi una rievocazione storica dove sarà possibile affrontare un viaggio a ritroso di oltre duemila anni per riscoprire la vita degli antichi Liguri e dei primi romani che arrivarono nella nostra regione. Saranno allestite diverse aree didattiche in cui si illustreranno gli aspetti della cultura materiale delle antiche popolazioni che abitarono la nostra regione; verranno presentate le tecniche di tessitura e tintura, l’alimentazione e le bevande tipiche dell’areale ligure, la religione e i rituali religiosi, la panoplia del guerriero ligure, dal combattente al mercenario, e le figure dei “milites” e degli “ausiliari” romani. L’iniziativa è gratuita. E’ richiesto l’uso della mascherina. Contestualmente alla rievocazione, durante la giornata, il Museo Civico del Lucus Bormani sarà aperto straordinariamente dalle 11 alle 17 e visitabile al prezzo ridotto di euro 2,00.

Imperia, dalle 9 alle 13, l’Archivio di Stato di Imperia, prevede una serie di visite guidate, su prenotazione, al deposito della sede di Viale Matteotti, durante le quali ci sarà modo di ragionare sulla necessità di una maggiore consapevolezza delle proprie radici. Le visite saranno strutturate secondo un percorso tematico dal titolo: “Andar per lavatoi” che avrà il compito di proiettarci indietro nel tempo, per scoprire quanto era difficile la vita quotidiana dei nostri bisnonni, attraverso, ad esempio, la conoscenza di un’attività comune e “semplice” come fare il bucato. Molti documenti dell’archivio aiutano nell’indagine del passato come memoria, che è poi la chiave del nostro futuro.
Il percorso si snoderà tra gli spazi della sala studio e quelli nascosti e segreti dei fondi archivistici.

Mendatica, dalle 10 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta della Parrocchiale dei SS. Nazario e Celso e della Chiesa di S. Margherita di Mendatica.

Ranzo, dalle 10 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta della Chiesa di San Pantaleo. Risalente nella sua struttura originaria all’XI secolo, conserva, all’esterno, un portico affrescato alla fine del XV sec. da Pietro Guido da Ranzo e i portali scolpiti dai “Lapicidi da Cenova” (fine XV sec.) e, all’interno, tre cicli di affreschi: uno con le scene della Passione, un Giudizio universale ed un c.d “ciclo dei mesi”, attribuiti al c.d “Maestro di San Pantaleo”. Questa chiesa, solitamente chiusa, viene resa fruibile in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio con questa apertura straordinaria nell’ambito del percorso “I lapicidi da Cenova: tracce di bellezza scolpita in Valle Arroscia”.

Rezzo, dalle 10 alle 18, sarà possibile andare alla scoperta del Borgo di Cenova con il Museo e le Strade della Pietra.

Taggia, alle 10, “Il convento dei R.R. Padri domenicani a Taggia” in piazza IV Novembre. La visita guidata accompagnerà i presenti attraverso suggestivi passaggi coperti nei Carrugi del centro storico, attraverso vicoli ricchi di sovrapporte con “stemmi parlanti” e antiche botteghe, rivelando intorno i consueti archetti di controspinta evidenza, da un lato, della sismicità del territorio italiano e dall’altro della caparbietà e della laboriosità del popolo ligure nell’abitare le sue montagne; l’itinerario, infine, guiderà i visitatori alla scoperta di quello scrigno di tesori d’arte che è il Convento dei Padri domenicani a Taggia, con gli affreschi e il polittico di Giovanni Canavesio, l’eccezionale serie di opere di  Ludovico Brea dalla formazione giovanile ricca di raffinati toni tardo gotici al suo riuscito approdo, in età matura, agli stilemi del Rinascimento, con, infine, la celebre “Adorazione dei Magi” di Francesco Mazzola detto il Parmigianino, opera d’indiscutibile bellezza e dalla travagliata storia.

Ventimiglia, alle 10, visite guidate con prenotazione al MAR-Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi”. Sarà aperta ai visitatori anche l’area archeologica di Nervia dalle 9 alle 18. Visite guidate gratuite alle 11.15 e alle 12.30. Visite guidate al museo dei Balzi Rossi, dalle 10 alle 18, con la possibilità di effettuare laboratori durante la preistoria per scoprire come vivevano i nostri antenati, quali animali cacciavano e cosa mangiavano.