Quantcast

Formazione professionale: per l’80% delle imprese è fondamentale

Una formazione continua e di livello permette di conquistare un vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti

Un bravo imprenditore sa bene che nella vita non si smette mai di crescere e di imparare, e che ci si può spingere sempre più in avanti anche se si è arrivati al top.

In sintesi, la formazione continua non rappresenta una semplice opzione ma un obbligo, soprattutto per chi desidera restare sulla cresta dell’onda. Lo stesso discorso vale per i “meccanismi” interni alle aziende, specialmente se si fa riferimento al personale. Anche i dipendenti devono infatti aggiornarsi sulle novità dei rispettivi campi, per poter mantenere alta la competitività e per poter, dunque, rispondere alle mosse dei competitor. Vediamo quindi di approfondire i dati sulla formazione professionale e sull’efficacia di questa che è a tutti gli effetti una forma di investimento.

I dati sull’importanza della formazione aziendale

Come anticipato poco sopra, sono molti gli imprenditori che conoscono la grande importanza della formazione professionale. Stando alle ricerche di settore, al momento 8 aziende su 10 sono consapevoli del fatto che questo elemento sia fondamentale per il successo di un’impresa, al punto da diventare un fattore strategico chiave in qualsiasi piano di business.

Bisogna poi approfondire i canali utilizzati per il cosiddetto presidio formativo del personale. Naturalmente c’è chi continuerà ad organizzare corsi in aula, in azienda o presso strutture partner esterne, e chi invece punterà con maggiore forza sulla formazione online e dunque sul digitale. In un periodo come questo, dove lo spettro dell’emergenza sanitaria continua a non dare certezze, il digital diventa una risorsa particolarmente preziosa anche per la formazione professionale. Sempre secondo gli studi di settore, nel 59% dei casi si proverà un approccio multicanale, dunque un vero e proprio ibrido fra formazione in presenza e corsi telematici. Ciò che è certo, comunque, è la crescita degli investimenti in questo settore da parte delle imprese italiane.

Quali sono i vantaggi degli investimenti nella formazione?

Per prima cosa, è chiaro che gli aggiornamenti professionali aumentano le competenze dei lavoratori, e di conseguenza la qualità del loro operato. Non è solo una questione di know how, perché l’aggiornamento produce anche un risultato in termini di ottimizzazione del lavoro, e dunque di performance oltre che di produttività.

Anche per questo motivo, oggi è fondamentale investire in una formazione mirata ad alcune competenze come le lingue straniere. In tal senso il consiglio, dunque, è di optare per i corsi di lingua per aziende con Global Voices ad esempio, così da sviluppare questo aspetto oggi essenziale in tanti campi.

Ritornando ai vantaggi, è importante ricordare che una formazione continua e di livello permette di conquistare un vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti. Questo perché l’aggiornamento dà la possibilità di aggredire il mercato con tecniche e con competenze che gli altri ancora non posseggono. Vale quindi la regola del “chi prima arriva, meglio alloggia”, ed è per questo che conta molto il tempismo e non solo lo studio.

In conclusione, la formazione aziendale è uno di quegli elementi dei quali non si può fare a meno, e questo vale per tutte le aziende.