Quantcast

Emergenza idrica, Paolo Strescino (Fdi): «In Provincia il centrosinistra pensava a distribuire consulenze per Rivieracqua»

L'ex primo cittadino del capoluogo attacca la gestione del problema idrico da parte dell'amministrazione provinciale

Imperia. L’ex sindaco di Imperia e ora coordinatore della campagna elettorale di Fratelli d’Italia Paolo Strescino entra nel dibattito sull’emergenza idrica e punta il dito, fondamentalmente, contro le maggioranze di centrosinistra preponderanti da 6 anni alla guida dell’amministrazione provinciale competente per materia.

«Come aveva già avuto di dire l’allora sindaco Carlo Capacci prima di decidere chi dovesse fare il presidente, il direttore generale, il consulente di Rivieracqua occorreva, magari, prima verificare se c’erano i soldi per garantire un servizio importante come l’acqua in casa. In discussione non c’è Rivieracqua come idea di acqua pubblica, ma come modello, come è stata gestita e le persone che sono state incaricate di gestirla. Il risultato è che il Roja adesso è scoppiato e ci sono aziende che vivono di turismo e territorio, come bar, ristoranti, alberghi che stasera non possono lavare i piatti , nè garantire agli ospiti la possibilità di curare la propria igiene personale», conclude  Strescino.