Quantcast

Digitalizzazione e adeguamento dei processi produttivi delle Pmi, CNA Imperia: «Aperta la procedura per la presentazione dei bandi»

Le attività ammesse ad agevolazione sono tutte quelle precedentemente escluse dalla prima edizione dei due bandi

Più informazioni su

Imperia. CNA Imperia ricorda la riapertura dei bandi dedicati alle attività economiche liguri escluse dalle edizioni precedenti delle linee di aiuto dedicate alla digitalizzazione ed all’adeguamento dei processi produttivi per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19, quali ad esempio il commercio all’ingrosso, le attività di noleggio, i tour operator, le agenzie di viaggio, i tassisti: possono infatti partecipare alla seconda edizione, le imprese in forma singola o associata che esercitano un’attività economica di cui alla classificazione Ateco 2007, tra quelle indicate come ammesse nell’Allegato 1 ai bandi.

“Covid-19 – Digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese” – 2 milioni a disposizione per la seconda edizione. Il bando si propone di potenziare il livello di digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese liguri e promuovere modelli innovativi di organizzazione del lavoro; la misura sostiene infatti interventi destinati a:

migliorare l’efficienza dell’impresa e l’organizzazione del lavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della connettività a banda ultralarga, garantire la continuità dell’attività aziendale mediante modalità di lavoro agile (smart
working) in conseguenza dell’emergenza Covid-19

Contributo a fondo perduto fino al 60% della spesa ammissibile. Importo massimo del contributo 5.000 euro. L’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 1.000 euro, da realizzare entro 12 mesi dalla concessione per iniziative avviate dal 23/02/2020 purché non ancora concluse.

«Adeguamento processi produttivi per le micro, piccole e medie imprese – Sanificazione micro, piccole e media imprese” – dotazione di 3 milioni per la seconda edizione del bando. Al fine di mitigare gli effetti negativi sul sistema imprenditoriale regionale causati dall’emergenza sanitaria e di consentire la continuità e la ripresa dell’attività aziendale, il bando si propone di sostenere gli investimenti delle imprese di micro, piccola e media dimensione necessari a garantire il rispetto delle linee guida nazionali e regionali e delle misure di sicurezza per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa: interventi di igienizzazione e sanificazione degli ambienti di lavoro; acquisto di dispositivi di protezione individuale per la salute e la sicurezza (es. guanti, occhiali, maschere facciali, visiere, tute, cuffie, camici); opere edili e impiantistiche e acquisto di dispositivi, sistemi di controllo, hardware, software e licenze, materiali, strumenti, attrezzature, e impianti atti a garantire il rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale nei luoghi di lavoro; prestazioni consulenziali e servizi specialistici per la definizione di piani aziendali per l’attuazione delle azioni e delle misure operative idonee a garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori, la salubrità dell’ambiente di lavoro e il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus COVID – 19, nella misura massima del 10% del totale dell’intervento ammissibile; costi della garanzia per l’erogazione dell’anticipazione del contributo.

Contributo a fondo perduto fino al 60% della spesa ammissibile Importo massimo del contributo 15.000 euro. L’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 2.000 euro, da realizzare entro 12 mesi dalla concessione per iniziative avviate dal 23/02/2020 purché non ancora concluse.

Rivolgiti all’Ufficio credito CNA per un’analisi gratuita di fattibilità, per l’assistenza alla presentazione delle domande e per conoscere altre opportunità agevolative: Tel. 0184 500309 –  E-mail: credito@im.cna.it.

Più informazioni su