Quantcast

Def, Uecoop Liguria: «1 impresa su 4 crede in rimbalzo Pil nel 2021»

«In questa fase delicatissima per il Paese bisogna porre le basi per una ripresa dell’economia in grado di far tornare al lavoro le oltre 500mila persone che negli ultimi mesi hanno perso il posto secondo i dati Istat»

Più informazioni su

Genova. «Più di 1 impresa su 4 (29%) crede che il terreno perso con l’emergenza Covid verrà recuperato entro il 2021 in un arco di tempo compreso fra 6 mesi e un anno e ha fiducia in una significativa ripresa dell’economia e del lavoro con un forte rimbalzo del Pil». E’ quanto emerge dall’indagine dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su un campione di aziende a livello nazionale in riferimento all’approvazione della Nota d’aggiornamento al Def con una crescita del Pil fino a +6%, grazie a una manovra da 40 miliardi tra deficit e anticipo dei fondi del Recovery plan.

«In questa fase delicatissima per il Paese – sottolinea Uecoop – bisogna porre le basi per una ripresa dell’economia in grado di far tornare al lavoro le oltre 500mila persone che negli ultimi mesi hanno perso il posto secondo i dati Istat».

«Per tale motivo – sottolinea Uecoop – è necessario attivare al più presto il piano di rilancio con tutte le risorse disponibili incrementando i fondi statali per assicurare la liquidità a enti locali e aziende». «Per la competitività delle imprese e per una vera ripartenza del Paese è strategico – evidenzia Uecoop – alleggerire il carico burocratico che rallenta l’attività e quindi la reattività del sistema produttivo nei confronti dell’emergenza coronavirus».

«Resta però l’incertezza legata all’aumento dei contagi a livello nazionale e internazionale che in caso di nuovi lockdown più o meno generalizzati e blocchi delle attività per eventuali focolai rischia – conclude Uecoop – di pesare su qualsiasi progetto di rilancio economico del Paese».

Più informazioni su