Quantcast

Dal mare alle Alpi, 370 centauri per la sfida della Hardalpitur Hat Sanremo-Sestriere foto

La manifestazione, tra le più importanti del suo genere in Europa, partirà questa sera da Portosole

Sanremo. Sarà un’edizione con record di iscritti da tutto il mondo, nonostante l’emergenza Covid, questa 12^ Hardalpitur Hat Sanremo-Sestriere che partirà stasera verso le 23:30 dalla spettacolare cornice di Portosole in direzione Piemonte.

Hardalpitur Hat Sanremo-Sestriere

La manifestazione che a buon diritto si può definire la più importante del suo genere in Europa, vede da ieri i motociclisti presidiare con i loro mezzi a due ruote, ideali per il fuoristrada, il noto approdo turistico matuziano. Sono oltre 350 i partecipanti (+20 ospiti d’onore) i protagonisti pronti ad avventurarsi attraverso un percorso suggestivo che li porterà a travalicare le Alpi. Partner dell’evento la rete impresa Sanremo ON.

«Sanremo è musica, canzoni, sole ma è anche motori. La nostra è una città con una gran tradizione motoristica, esempio su tutti il Rally ed eventi come la Hardalpitur. E’ il dodicesimo anno che si svolge questa manifestazione molto importante perché porta appassionati da tutta Europa che soggiornano qui da noi. L’invito che rivolgo ai partecipanti è, ovviamente, di tornarci a trovare», ha commentato l’assessore al Turismo Giuseppe Faraldi.

Per Sanremo On, partner dell’evento, Walter Verdecchia ha aggiunto: «Come rete d’impresa siamo quelli che hanno portato questa manifestazione a Sanremo, un evento che porta tante persone, tutte qualificate. E’ stato bello vedere che da Garessio siamo riusciti a trasportarla qui questi ultimi quattro anni. Come Sanremo On collaboriamo con gli organizzatori dando loro un supporto logistico-amministrativo. Per quanto riguarda il commercio e la parte alberghiera, come facciamo a non essere contenti. Oltre 500 persone tra addetti ai lavori e iscritti hanno raggiunto la città in periodo Covid, un dato che ci porta a essere molto soddisfatti, anche alla luce del fatto che si tratta di una manifestazione che continua a crescere anche in periodi difficili».

Nata nel 2009, la Hardaplitur ha la fama di aver ispirato la disciplina del mototurismo fuoristrada, recentemente denominato Adventouring. In virtù del successo delle edizioni passate, la ricaduta economica sui territori percorsi da questa manifestazione è stata valutata in circa 350.000 euro, tra pernottamenti in alberghi, pranzi, pedaggi e carburanti. Dalla prima edizione, infatti, gli iscritti all’Hardalpitour sono esponenzialmente cresciuti, passando dai 15 del 2009 ai 470 del 2019, anno in cui hanno partecipato 280 appassionati stranieri provenienti da 18 nazioni europee diverse.