Quantcast

Con il covid cambia la lotta ai tumori, screening a rischio. L’appello della Lilt Sanremo-Imperia

«Se vi danno un appuntamento per la visita non mancate, sennò portereste via tempo ad altre persone»

Più informazioni su

Sanremo. Come cambia la lotta ai tumori, in particolare quelli al seno, al tempo del coronavirus? Con ottobre, mese “rosa” della prevenzione, alle porte,  abbiamo posto la domanda ad un esperto del campo, da anni impegnato a fianco di tante pazienti, in altrettante battaglie contro il cancro alla mammella.

riviera24 lilt claudio battaglia

«E’ cambiata pesantemente – spiega da presidente della Lilt Sanremo-Imperia,il dottore Claudio Battaglianei tre screening principali, mammografico, pap test e delle feci»

Dopo il blocco delle indagini oncologiche di primo livello nel periodo del lockdown, quando non era possibile ai pazienti accedere agli ospedali (zone a rischio) per le visite di controllo – gli screening – adesso, secondo Battaglia, la situazione presenta un nuovo problema.

«Una volta si sarebbero chiamate 10 donne per la mammografia, più 5 altre, perché normalmente qualcuna non sarebbe venuta – spiega il medico chirurgoOggi questo  con le misure anti covid non si può più fare. Le pazienti vengono chiamate a distanze di tempo di 30 minuti e se la donna non si presenta quello spazio di tempo rimane vuoto avendo così un ritardo negli screening», per questo motivO il presidente Lilt lancia un appello: «Se vi danno un appuntamento per la visita non mancate, sennò portereste via tempo ad altre persone».

riviera24 lilt claudio battaglia

 

Più informazioni su