Quantcast

CNA Imperia: «A Sanremo incontro tra le imprese del settore balneare e l’assessore regionale Marco Scajola»

Certezze e sensibilità verso un comparto strategico per l’economia ligure

Sanremo. Si è tenuto ieri sera presso il Bay Club Sanremo, l’incontro tra le imprese del settore balneare e l’assessore regionale uscente al Demanio Marittimo e Urbanistica, Marco Scajola, che ha mostrato ancora una volta interesse ed attenzione alle problematiche del comparto.

A pochi mesi di distanza dalla sua partecipazione all’appuntamento online di “AndareOltre”, organizzato lo scorso maggio da CNA Imperia non solo per far luce sulle regole per la gestione della stagione in sicurezza, ma soprattutto per comprendere le esigenze ed i timori degli imprenditori del settore, l’assessore ha nuovamente incontrato gli operatori balneari, riconoscendo la grande importanza della loro attività per il tessuto economico del territorio ligure ed impegnandosi, pertanto, ad offrire sostegno e disponibilità in merito alle molte problematiche che affliggono da tempo il settore, ma che restano ancora irrisolte.

«Il comparto balneare è strategico per la nostra economia – ha dichiarato Scajola – E per il settore con le associazioni di categoria quali la CNA abbiamo fatto un grande lavoro insieme, che speriamo di continuare a fare efficacemente per gestire questo periodo di emergenza e purtroppo di incertezze e creare i presupposti di una reale rinascita, basata su un impegno continuo e su molti fronti, un impegno che duri tutto l’anno e che permetta di riguadagnare in fretta il terreno perduto in questi mesi».

«L’effetto dell’emergenza sanitaria a causa Coronavirus ha coinvolto in modo importante il settore del turismo marittimo e le attività degli stabilimenti balneari –  dichiara il segretario territoriale CNA Imperia Luciano VazzanoDa subito, infatti, con la diffusione dell’epidemia, le misure restrittive riguardanti gli spostamenti delle persone hanno prodotto effetti negativi e pesanti danni economici per le attività del settore e dell’indotto. In questa difficilissima situazione, che ha coinvolto e purtroppo continua coinvolgere il sistema produttivo, tutte le imprese balneari hanno davvero bisogno di certezze indispensabili per poter pensare al futuro, la sicurezza della durata delle concessioni».

Molti dei balneari presenti hanno ringraziato Marco Scajola per il suo intervento in qualità di coordinatore del tavolo nazionale sul Demanio della Conferenza delle Regioni, attraverso cui infatti è stato possibile il superamento delle linee guida anti Covid-19 dell’INAIL, che avrebbero comportato restrizioni tali da impedire quest’estate l’apertura di molti stabilimenti balneari.

Durante la serata, molto partecipata, il segretario Luciano Vazzano ha esposto a Marco Scajola varie problematiche che affliggono il settore balneare, in particolare la disomogenea applicazione da parte dei Comuni della disposizione relativa all’estensione fino al 2033 della durata delle vigenti concessioni demaniali marittime aventi finalità turistico ricreative. L’assessore uscente ha ascoltato con attenzione e ha assicurato la sua presenza costante ed il suo impegno a fianco di questa categoria anche in futuro, con grande soddisfazione dei presenti.