Quantcast

Centinaio a Imperia: «L’inchiesta? Se qualcuno vuole far passare la Lega per un partito di briganti si sbaglia di grosso» fotogallery

L'ex ministro allontana le ombre dal Carroccio. Presenti i candidati ma non il "dissidente" Marco Medlin

Imperia. Visita di Gian Marco Centinaio, senatore della Lega e responsabile nazionale Dipartimento Agricoltura del Carroccio stamattina a Imperia. Sull’inchiesta sui fondi del Carroccio, l’ex ministro ha detto: «Come al solito, nel momento in cui la Lega è forte salta fuori qualcosa. Senza voler puntare il dito contro nessuno, se qualcuno ha voluto portare avanti questa inchiesta meramente per sconfiggerci e far si che la gente pensi che è  siamo un partito di briganti si è sbagliato di grosso. Ormai i cittadini italiani hanno capito che quando escono queste cose c’è sempre da meditare».

L'ex ministro leghista Gian Marco Centinaio a Imperia

Centinaio ha visitato gli stabilimenti oleari Fratelli Carli, Anfosso, Fratelli Merano e a seguire incontrerà amministratori locali e imprenditori al frantoio Roccanegra.

«La mia presenza qui oggi è la conseguenza di tutto il lavoro che è stato fatto negli anni scorsi, in particolare nei 14 mesi che ho svolto la funzione di ministro e serve a far capire quanto la tutela del Made in Italy, il prodotto di qualità, l’abbinamento tra il prodotto e la promozione dei territori non erano parole dette al vento, ma per noi sono la concretezza ed è quello che vorremmo portare avanti in in Liguria», ha concluso l’ex ministro.

Centinaio è accompagnato dall’onorevole Flavio Di Muro e dai candidati  al consiglio regionale Alessandro Piana, Mabel Riolfo e Monica Gatti. Assente il dissidente Marco Medlin.