Quantcast

Caos scuole a Ventimiglia, Iacobucci: «La mia solidarietà a studenti, operatori scolastici e famiglie»

«Invito le istituzioni centrali ma anche locali, prima di fare scelte discutibili, a creare tavoli di confronto con docenti e famiglie, per far iniziare in maniera ottimale e responsabile il periodo più importante e bello della vita degli studenti»

Ventimiglia. Il candidato di Fratelli d’Italia a sostegno di Toti presidente Massimiliano Iacobucci, è intervenuto in merito al caos che vige nelle scuole in particolare a Ventimiglia.

«Il caos generale che vige nelle scuole, in particolare a Ventimiglia – evidenzia Iacobucci, ha un solo colpevole, il governo Conte. Per non parlare della disorganizzazione imputabile al dicastero guidato dalla ministra Azzolina, per quanto concerne il reperimento delle aule, del lavoro degli insegnanti troppo spesso bistrattato e del poco rispetto nei confronti di famiglie e alunni».

«A Ventimiglia – prosegue il candidato di Fratelli d’Italia -, c’è stata questa richiesta da parte del ministero, di allestire degli spazi esterni per l’attività didattica sotto forma di tensostrutture. Il sindaco Gaetano Scullino, al quale va il mio plauso per la disponibilità e l’impegno, si è dimostrato subito collaborativo nel reperire gli spazi richiesti ma grazie all’incapacità del governo, il personale didattico e gli scolari hanno trovato aule non decorose e tensostrutture indegne di un paese civile».

«Pertanto, – sottolinea Iacobucci – alle famiglie, agli scolari ed agli insegnanti va tutta la mia solidarietà, visto che affronteranno l’avvio dell’anno scolastico in una situazione di emergenza e disagio. Invito le istituzioni centrali ma anche locali, prima di fare scelte discutibili, a creare tavoli di confronto con docenti e famiglie, per far iniziare in maniera ottimale e responsabile, il periodo più importante e bello della vita degli studenti, come il primo giorno di scuola».