Quantcast

Bordighera, in campo per Mimmo Cammareri: la pioggia non ferma la solidarietà fotogallery

Torneo organizzato dall'Associazione Culturale BordiEventi e sponsorizzato dalla Docks Lanterna. Obiettivo: donazione alla Lilt e acquisto defibrillatore

Bordighera. Nemmeno la pioggia ha fermato la solidarietà che ha visto scendere, letteralmente in campo, decine di giocatori suddivisi in otto squadre, per il 1° “Memorial Mimmo Cammareri”: il torneo di beneficenza organizzato dall’associazione Culturale BordiEventi per ricordare Domenico “Mimmo” Cammareri, ex operatore ecologico, allenatore di calcio e tifosissimo del Milan, stroncato da un infarto il 1 settembre scorso, a 64 anni.

L’evento è stato sponsorizzato dalla Docks Lanterna, l’azienda dove Mimmo ha lavorato per 27 anni, fino al giorno della sua pensione il 1 gennaio 2018. Scopo del Memorial, raccogliere fondi per effettuare una donazione alla LILT e acquistare un defibrillatore da donare alla città di Bordighera.

«Penso che ieri siamo riusciti a fare un qualcosa di bellissimo – ha dichiarato Axel Vignotto, organizzatore -. Ringrazio tutti i partecipanti, il pubblico, e quanti altri hanno aiutato: abbiamo ricordato una persona a noi cara, come era Mimmo, tramite ciò che ha amato e insegnato nella sua vita: il calcio. Lo sport ha molto da insegnare a tutti gli altri settori, e tra questi anche la politica, perché nello sport due squadre si fronteggiano dando il massimo per eliminarsi a vicenda, e poi dopo il fischio finale di abbracciano, si aiutano, e magari vanno a festeggiare insieme. Lo sport unisce, non divide. Se non unisce, allora non è sport. E proprio questa unione che si è verificata ieri credo sia stata l’occasione più bella per ricordare Mimmo. Tutti prima o poi non ci saremo più, è il nostro destino, ma se saremo valsi a qualcosa, allora saremo ricordati per ciò che abbiamo fatto, e con la giornata di ieri penso che abbiamo donato a Mimmo un principio di immortalità».

All’evento ha preso parte Simona Nicotera, nipote di Mimmo, che ha letto un suo pensiero: «Quale memorial migliore se non con il tuo amato calcio. Come immaginerete, io e la mia famiglia siamo ancora terribilmente scossi e con il cuore letteralmente a pezzi; è da quasi un mese che non ci diamo pace e siamo incapaci di dare una spiegazione su come sia possibile che il nostro Mimmo non ci sia più. Però, siamo qui oggi per ringraziarvi di cuore per l’ennesimo gesto di affetto che avete dimostrato, nei nostri ma soprattutto nei suoi confronti. Grazie a tutti i ragazzi che oggi hanno giocato in sua memoria, è bello vedere le varie generazioni che sono passate nei suoi tanti anni di allenamento. Grazie a Momo per aver dato il suo campo a disposizione. Grazie alla Dock’s Lanterna per aver sponsorizzato l’evento. E grazie a BordiEventi per aver pensato a tutta l’organizzazione. Come saprete, lui amava fare del bene, quindi sono sicura che ora ci stia guardando da lassù contento di vederci uniti per lui e contento che questo evento faccia sì che venga installato un defibrillatore a suo nome nella sua amata Bordighera. Personalmente vi posso dire che, io e la mia famiglia, siamo molto fieri di questo! Perché purtroppo, Zio, sei andato via troppo presto e l’unica cosa a cui riusciamo ad aggrapparci ora è la tua memoria, che spero ti renda sempre giustizia almeno la metà di quanto meriti. Ci manchi come l’aria! Ancora grazie a tutti. Ciao Zio!».

«Vorrei ringraziare calorosamente la Docks Lanterna per aver reso possibile questo evento, insieme all’assessore Marzia Baldassarre che è sempre in prima linea quando c’è da fare qualcosa per gli altri – ha aggiunto Vignotto – Ringraziamo poi Dast Event per la fornitura acqua, la protezione civile e la croce rossa, il proprietario del campo delle Due Strade per averlo offerto gratuitamente, tutti i giocatori che hanno partecipato, e le Autorità per essere intervenute: il vice sindaco di Bordighera Mauro Bozzarelli, il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, gli assessori di Bordighera Melina Rodà e Marco Laganà, il delegato del CONI della Provincia di Imperia Alessandro Zunino, Gianluca Gazzano, Franz Verrando in rappresentanza del Consiglio della Corona di Seborga, e l’onorevole Flavio Di Muro. Grazie anche ad Andrea Otten per aver procurato un defibrillatore al prezzo di costo, e a Matuzia per i deliziosi panini. Infine, un enorme ringraziamento all’arbitro, Federico Diego, reclutato per arbitrare qualche partita e fermatosi tutta la giornata, e infine ai miei amici dell’associazione BordiEventi, che con il loro impegno hanno impeccabilmente e in maniera insostituibile reso possibile l’evento: Davide Mori, Christian Cavagna e Paolo Palmero».

Ordine di qualificazione:
1° Ventimiglia Story
2° Squadra Romania
3° Gattopardo-Bananarama
4° Docks Lanterna 1

Hanno partecipato non qualificandosi alla fase finale: Atletico BordiCrosia, Airole-ProSeborga, Docks Lanterna 2, e Drink Team

Premi individuali:
Daniel Chifan – Capocannoniere (7 goal)
Alessandro Sparma – Miglior Portiere
Luca Spagnuolo – Miglior Giocatore