Quantcast

Atti vandalici a Bordighera, Murante (Associazione genitori): «Maggiorare forze dell’ordine in queste occasioni»

«Sono anni che testimoniamo queste situazioni, ma a distanza di tempo succedono ancora episodi tanto spiacevoli e questo per noi è un grande fallimento»

Imperia. Deborah Murante dell’Associazione italiana genitori di Imperia fa un resoconto sulla notte di atti vandalici avvenuta a Bordighera:

«A Bordighera, come da articolo riportato su Riviera24.it, intorno all’1 si sono scatenate più risse molto violente tanto che le forze dell’ordine hanno richiesto ai locali di chiudere serranda per la loro tutela. Il locale che faceva la sera conclusiva della stagione “Il Baretto” a mezzanotte e mezza non gestiva più la situazione è con un annuncio al microfono ha invitato i presenti a terminare il loro drink perché avrebbero chiuso.

La situazione si stava facendo sempre più pericolosa quindi questa la decisione. Ad un certo punto ha dovuto chiudere luci e musica perché i giovani si opponevano alla decisione. Quindi a quel punto si sono trasferiti tutti alla piazza della stazione dove sono iniziate risse di una violenza inaudita tanto che le forze dell’ordine (come sempre troppo poche per gestire una situazione del genere) hanno pregato i locali intorno di chiudere la serranda.

Purtroppo è stato impossibile spegnere gli animi di questi giovani presi dai fumi dell’alcool. Altri giovani non avendo trovato nessun posto per passare la serata a Bordighera in un locale in quanto erano tutti strapieni sono andati a Sanremo per trascorrere un sabato sera normale, ma invece si sono ritrovati a piazza Bresca immersi in una calca di persone ammassate e tutte rigorosamente in ambedue le città senza mascherine. Per accontentare questo piccolo gruppo di giovani gli è stato installato un tavolo improvvisato in un’altro marciapiede.

La situazione è sempre senza controllo. Le forze dell’ordine come da nostra richiesta in varie occasioni, dovrebbero essere maggiorate in queste occasioni, fine settimana o eventi straordinari ma è chiaro che questo non è avvenuto. Come associazione sono anni che testimoniamo queste situazioni anche durante il nostro progetto “Aiuto !!!! Le Dipendenze”, ma a distanza di anni di sensibilizzare le famiglie, i ragazzi, le istituzioni succedono ancora situazioni tanto spiacevoli e questo per noi è un grande fallimento.

È un peccato perché la città di Bordighera ha fatto tanti sforzi e passi da gigante per interrompere questi spiacevoli episodi di vandalismo dovuto ai fumi dell’alcool ma evidentemente, come per noi associazione, non è ancora abbastanza. Bisogna che tutti collaboriamo alla sicurezza e al benessere dei nostri ragazzi e non lasciare che succedano certi episodi di tale violenza o di mancanza di sicurezza sanitaria. Aiutiamoci per aiutarli».