Quantcast

Ventimiglia, conversazione con Joè Ninio su “l’antisemitismo storico e moderno”

Il brillante conferenziere nativo di Alessandria di Egitto, ha ricordato, fra l'altro, le diversità lessicali tra antisemitismo, xenofobia, pregiudizi e intolleranze varie da superare con l'educazione e il rispetto reciproco

Ventimiglia. Nell’accogliente sede dell’Associazione Culturale Italia-Israele di via Sottoconvento 31 a Ventimiglia si è svolta il 5 agosto un’interessante conversazione con Joè Ninio sul tema “l’antisemitismo storico e
moderno”.

Il brillante conferenziere nativo di Alessandria di Egitto, ha ricordato, fra l’altro, le diversità lessicali tra antisemitismo, xenofobia, pregiudizi e intolleranze varie da superare con l’educazione e il rispetto reciproco. Non sono mancati stimolanti interventi dei presenti coordinati dalla presidente signora Maria Teresa Anfossi.

Quale buon esempio di laboriosità ebraica vale la pena ricordare gli insediamenti collettivi chiamati Kibbutzim ( iniziati nel 1909) recuperando con laboriosità ampi territori, ripartendo lavoro e reddito con scuole-modello per i piccoli e Assemblee comunitarie per le decisioni; la positiva esperienza potrebbe essere estesa a quanti arrivano in Europa con i flussi migratori.

Per contatti sul web  www.italia-israele-ventimiglia

(Foto di E. Raneri)