Quantcast

Niccolò Paganini rivive sul palco del Festival di musica da camera di Cervo

Domenica 23 agosto alle 20.30 e alle 22.30 appuntamento con Andrea Nicolini e l’Ensemble Phonodrama

Cervo. Un violinista quasi leggendario, la cui figura è tracciata con sfumature demoniache dalla letteratura, dal cinema, dalla stessa storia, che lo annovera tra i più grandi virtuosi nel panorama musicale globale. Ma fu anche un grande compositore, che ampliò a dismisura le risorse tecniche del violino, arricchendone, per di più, le potenzialità timbriche, ritmiche e armoniche, dando sfogo a un’immensa creatività e vita a partiture originali e ardite. Ma non solo per il violino.

Domenica 23 agosto alle 20.30 (prima replica), alle 22.30 (seconda replica), Andrea Nicolini e l’Ensemble Phonodrama portano Paganini nell’Oratorio di Santa Caterina. Paganini: la vita minima e la meraviglia, spettacolo teatral musicale di Andrea Nicolini su musiche di Niccolò Paganini. Viaggio di scoperte e di stupore attraverso la vita del grande violinista genovese, attraverso le parole sue e di chi lo ha conosciuto.

Andrea Nicolini – attore narratore, Ensemble Phonodrama, Gianluca Nicolini – flauto traverso, Fabrizio Giudice – chitarra, Lorenzo Tedone – clarinetto, Luigi Tedone – fagotto

Programma: N. Paganini Sonata per violino e chitarra in Mi minore op. 3 n° 6, N. Paganini Quartetto per archi e chitarra in Re maggiore n. 9, N. Paganini Capriccio n° 24, N. Paganini Rondò dal Concerto per violino e orchestra in Re maggiore n° 1 op. 6, N. Paganini Rondò dal Concerto per violino e orchestra in Si minore n° 2 op.7 “La Campanella”, N. Paganini Sonata per violino e chitarra in La minore n° 1, dal “Centone di Sonate”, N. Paganini Duetto n° 1 M. S. 110 per violino e chitarra, N. Paganini Duetto n° 3 M. S. 110 per violino e chitarra. Arrangiamenti musicali a cura di Michele Trenti

Spettacolo In collaborazione con Associazione Amici di Paganini e Paganini Genova Festival. Il concerto di questa sera è molto particolare, perché racconta Paganini in maniera inconsueta: oltre che nelle sue lettere, la vita e le vicissitudini del grande violinista si incontrano nella poco conosciuta sua autobiografia, e nelle parole e nei racconti di quanti, musicisti (spesso violinisti), letterati, compositori, amici, avversari, ebbero il destino di incontrarlo.

Nel suo fulmineo e giovanissimo avvento, nell’esaltazione della sua grande e prorompente carriera, scorre il filo rosso di un uomo dal carattere forte e puntuto, determinato e insieme folle, se nella follia consideriamo la possibilità di restare coi piedi per terra e nel contempo di riuscire con un niente a decollare in mondi sconosciuti e a portare in quei mondi con sé tutti gli ascoltatori. La gara musicale con Spohr, l’incontro con Lipinski (due grandi violinisti dell’epoca), la profonda amicizia con Luigi Germi, con Gioacchino Rossini e D’Azeglio sono alcune delle pagine di vita che si apriranno.

E si potrà ascoltare tanta della sua musica più famosa arrangiata per questo particolare Quartetto. Il quartetto è formato da validissimi musicisti che, come lui, sono genovesi. La strumentazione per questa formazione è curata dal Maestro (direttore d’orchestra, chitarrista, oltre che compositore) Michele Trenti.

Andrea Nicolini. Attore e musicista attivo già da vari anni sulla scena nazionale e internazionale, nel 2009 prende parte alla grande produzione di Demoni per la regia di Peter Stein, vincitore del Premio della Critica 2009 e del Premio Ubu come miglior spettacolo dell’anno 2009/2010, titolo con cui intraprende una tournée mondiale che lo porta a Vienna, Amsterdam, Roma, Parigi, Atene, New York.

È molto noto, naturalmente, in Liguria, dove prende parte a numerose produzioni per il Teatro Stabile di Genova, con cui collabora anche come compositore, firmando le musiche di molti spettacoli in scena nel capoluog . E’ anche autore e regista, attore di cinema e televisione. E’ attivo come compositore, soprattutto di musiche per il teatro. Collabora a lungo con la regista A. Laura Messeri per gli spettacoli della Scuola di Recitazione del Teatro di Genova. Cura le musiche per tutte regie di Marco Sciaccaluga, compone per vari autori e registi tra cui Gabriele Lavia e Krisztof Zanussi. È autore insieme ad Andrea Basevi delle Operine Musicali Pinocchio, Peter Pan, Alice, per la produzione del Teatro Carlo Felice di Genova e la sua stessa regia.

La serata si svolgerà, come tutti gli appuntamenti del cartellone, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19. Il servizio navetta quest’anno non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si può usufruire del posteggio in Piazza Steria, con ampia disponibilità di spazi. Il percorso, a piedi, dal posteggio alla Piazza dei Corallini e all’Oratorio è di circa 15 minuti.

Prenotazioni: È possibile prenotare online sul sito www.cervofestival.com e presso le agenzie accreditate. La biglietteria, all’interno dell’Oratorio di S. Caterina, è aperta dalle 18.30. Prezzi biglietti: poltrone € 15, bambini fino ai 10 anni e disabili ingresso gratuito.

Riduzioni e sconti: soci Fai sconto di € 5,00 (non cumulabile con altre categorie di sconto), sia per la prenotazione
online che per l’acquisto in biglietteria. Residenti: sconto del 50% (non cumulabile con le altre riduzioni), sia per la prenotazione online che per l’acquisto in biglietteria. Turisti: sconto di € 5,00 sui posti in platea a tutti gli spettatori che avranno acquistato prodotti e servizi per un valore di almeno € 30,00 presso le attività commerciali e turistiche di Cervo nel giorno dello spettacolo. Tale sconto non è cumulabile con le altre riduzioni già previste e non è applicabile alle prenotazioni online.

Diversamente festival: È attivo il servizio di accompagnamento curato dalla Croce d’Oro di Cervo. A partire da un’ora prima dello spettacolo e fino a fine serata, i volontari saranno a disposizione in Piazza Castello, con mezzi adeguati, per agevolare l’accesso delle persone diversamente abili. Il programma del Festival è visibile sul sito www.cervofestival.com e sulle pagine social della manifestazione. Info al numero 0183 406462 int. 3.

Sarà un anno speciale, nel quale conterà molto la collaborazione con il pubblico del Festival: per questo gli organizzatori lo ringraziano anticipatamente. Il Festival è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Performing Arts”. Sempre nel segno di cultura e qualità.