Quantcast

Musica a Bajardo col Duo cameristico Roberto Orengo e Diego Campagna foto

Ha voluto festeggiare l'inizio della tournée estiva presso la chiesa vecchia di San Nicolò a Bajardo

Bajardo. L’atmosfera era quella giusta: vecchie rovine dell’antica chiesa di Bajardo, testimoni inamovibili del tempo che fu e che sarà; luci soffuse; clima fresco, accarezzato da una leggera brezza proveniente dalle Alpi che fanno da corolla al paese; cielo di un blu intenso, nonostante i brontolii di un temporale che si stava esaurendo in lontananza; pubblico attento e felice di partecipare ad un evento tanto atteso in questa estate così particolare.

riviera24 - Roberto Orengo e Diego Campagna

È in questa cornice così inaspettata e suggestiva che il Duo cameristico Roberto Orengo al flauto e Diego Campagna alla chitarra ha voluto festeggiare l’inizio della tournée estiva, venerdì 31 luglio 2020 alle 21, presso la chiesa vecchia di San Nicolò a Bajardo.

riviera24 - Roberto Orengo e Diego Campagna

Il programma ha visto l’esecuzione di brani di differente estrazione, combinati insieme e legati da un invisibile “trait d’union” che ne ha reso molto facile l’ascolto anche per chi, pur non essendo esperto in campo musicale, ama immergersi e lasciarsi trasportare dalle note.

riviera24 - Roberto Orengo e Diego Campagna

Il duo ha cominciato con una Sonata concertata di Niccolò Paganini per Flauto e Chitarra dove si è potuta apprezzare la grandezza compositiva del violinista genovese nonché la bravura degli esecutori. A seguire il tango di Erik Marcheli, la Bachianas Brasileiras di Villa Lobos e Cafè 1930 di Astor Piazzolla: nei tre brani si è potuto apprezzare l’Inter play dei musicisti, il loro virtuosismo e la cura nello studio dei colori esaltati dalla meravigliosa acustica del luogo in cui si è svolto il concerto.

riviera24 - Roberto Orengo e Diego Campagna

Per finire, passando a tutt’altro genere, un medley con le musiche della colonna sonora di Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone, dovuto un omaggio al compositore, vincitore dell’Oscar, recentemente scomparso.
Come bis un brano francese dl compositore Jaques IBERT dal titolo Entr’acte. La manifestazione si è svolta in osservanza della normativa igienico-sanitaria anti Covid-19.

riviera24 - Roberto Orengo e Diego Campagna