Quantcast

Le favorite di una Champions differente

Quest'anno, con l'inedita formula della Final Eight a decidere chi sarà la vincitrice con un calendario di scontri diretti dai quarti di finale in poi, ogni squadra può sognare di vincere

Siamo ormai a un passo dall’atto finale della Champions League 2019-20, un torneo interrotto per cause di forza maggiore ma pronto a tornare a ruggire nel pieno delle sue facoltà. Parliamo, infatti, della competizione più importante e prestigiosa del calcio europeo, di quella coppa che ogni calciatore e ogni allenatore vuole prima o poi alzare al cielo. Quest’anno, con l’inedita formula della Final Eight a decidere chi sarà la vincitrice con un calendario di scontri diretti dai quarti di finale in poi, ogni squadra può sognare di vincere. Ciò nonostante restano i valori sulla carta delle diverse squadre, alcune delle quali sono più equipaggiate rispetto alle altre per riuscire ad arrivare fino in fondo a questa mini competizione. Anche in questo momento, con ancora alcune delle eliminatorie relative agli ottavi di finale da completarsi, spiccano tuttavia alcune squadre che sembrano avere una marcia in più rispetto alle altre.

Nonostante debba ancora certificare il passaggio alla Final Eight nel match di ritorno degli ottavi contro il Chelsea, il Bayern Monaco è una delle squadre favorite alla vittoria della Champions secondo le quote scommesse di Planetwin365 disponibili in questo momento online. La compagine bavarese si è già imposta in territorio nazionale vincendo sia il campionato di Bundesliga sia la Coppa di Germania, dando così dimostrazione del suo grande potere che deriva da un’eccellente rosa a disposizione del tecnico Flick e da un’esperienza elevatissima ad alti livelli. La compagine bavarese, capitanata da un portiere esperto e solido come Manuel Neuer, ha come altri punti di forza il centrocampista tuttofare Joshua Kimmich, il centravanti polacco Robert Lewandowski e l’ala tedesca Serge Gnabry, uno dei giovani più interessanti del calcio teutonico. La vittoria per 3-0 sul campo del Chelsea nel match di andata degli ottavi rende gli uomini di Flick praticamente sicuri del passaggio del turno e quindi della presenza alla Final Eight.

Insieme a loro ci sarà il Paris Saint Germain, una squadra fatta di campioni grazie ai petrodollari della proprietà del Qatar, arrivata nell’estate del 2011 per fare la storia. La compagine francese, mai vittoriosa in Champions, ha puntato tre anni fa sull’acquisto dell’attaccante brasiliano Neymar Jr, ancora oggi il più caro della storia del calcio, per poter finalmente trionfare in Europa, e tutto lascia presagire che quest’anno, anche grazie alla formula ridotta del torneo, il PSG possa finalmente trionfare. Lo scontro con l’Atalanta ai quarti non sarà dei più facili, vista l’ottima stagione della truppa di Gian Piero Gasperini, una delle squadre più in forma del momento e tra le più abili nell’andare in goal, ma è chiaro che i parigini dispongono di una rosa nettamente superiore, almeno sulla carta.

Insieme a tedeschi e francesi c’è il Manchester City di Pep Guardiola, che dovrà prima guadagnarsi l’accesso alla Final Eight eliminando il Real Madrid (con il vantaggio della vittoria per 2-1 ottenuto nel match di andata in Spagna), ma che durante l’anno ha dimostrato di essere un rullo compressore in grado di segnare tantissime reti, sia in Inghilterra sia in Europa.