Quantcast

Imperia, il coro ConClaudia omaggia la tradizione ligure foto

Le voci delle coriste invitano alla scoperta di profumi e sapori del territorio

Imperia — Attraverso un medley di canti regionali della tradizione italiana, il coro femminile ConClaudia ha voluto omaggiare la nostra bella Liguria, incastonando le proprie voci fra le melodie di musicisti genovesi e non.

Riviera24- coro ConClaudia

Con l’aiuto di immagini suggestive, viene offerto uno sguardo alla Valle del Maro e ai comuni di Borgomaro e di Aurigo che, insieme alle loro frazioni, vivono nel suggestivo scenario, tra mare e monti, tra i castagneti e gli argentei uliveti.

coro ConClaudia

«Il coro ConClaudia nasce nel febbraio del 2017 come dedica a Claudia Barbieri, un’insegnante molto conosciuta del luogo che aveva un amore profondo per il canto, purtroppo scomparsa a causa di un male incurabile. – spiega Margherita Davico, direttrice del coro – Quotidianamente, invece, il coro anima la liturgia nelle parrocchie, dove veniamo invitate a intonare canti sacri, profani e etnici, animati grazie a piacevoli coreografie».

L’intento del coro è infatti quello di creare un Souvenir d’Italie ed invitare gli italiani a gustare sapori e profumi della tradizione, ad assaporare arte e natura tipici della nostra regione. Il gruppo ha pensato dunque di mettere in evidenza, attraverso un video dedicato, le bellezze della Valle, a cui Margherita Davico si dice «particolarmente affezionata».

Tramite le note dell’Ave Maria Zeneize intonata dalle armoniose voci delle coriste e i paesaggi tipici del territorio ligure, il coro ha voluto inoltre ricordare coloro che sono scomparsi durante questa infausta situazione legata al Covid19.

L’Associazione Musica Artemia, organizza da due anni il proprio festival nella Valle del Maro. Tuttavia, quest’anno, i sindaci dei comuni aderenti all’iniziativa, hanno purtroppo dovuto revocare il proprio consenso allo svolgimento del festival, per via dell’emergenza Covid. Questo, però, non ha fermato le 30 voci femminili, che hanno voluto ricordare comunque la tradizione folcloristica attraverso un’emozionante filmato.