Quantcast

Falso addetto acquedotto truffa anziani a Bordighera: rubati gioielli e contanti

Un uomo di circa 30 anni, con i capelli corti e abbronzato. Indagini in corso da parte dei carabinieri

Bordighera. Si è finto un addetto dell’acquedotto e, con la scusa di controllare l’acqua del rubinetto di casa ha derubato due anziani residenti in Arziglia, portando via loro 700 euro in contanti, un bancomat e tutti i gioielli in oro che avevano in casa: ricordi di una vita trascorsa insieme. Autore della truffa è un uomo di circa trent’anni, con i capelli corti, abbronzato, che grazie a una mascherina chirurgica è riuscito a nascondere in parte il proprio volto alla coppia di ottantenni che ha truffato.

Dopo aver conquistato la fiducia dei due anziani coniugi, l’uomo ha detto loro che i gioielli in oro stavano contaminando l’acqua rendendola pericolosa, e con questa scusa, dopo aver fatto nascondere tutti i gioielli nel freezer, mentre i due ottantenni aprivano i rubinetti per far scorrere l’acqua, come richiesto dallo sconosciuto, l’uomo si è impossessato dei loro averi, rubando anche una fede nuziale con le iniziali RL incise nell’oro.

Sul caso indagano i carabinieri che stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e ascoltando i vicini, per raccogliere testimonianze utili a identificare il truffatore.

L’invito delle forze dell’ordine ai cittadini è quello di non aprire la porta agli sconosciuti. Nel caso in cui si presentassero alla porta una o più persone che chiedono di entrare in casa con le scuse più diverse, il consiglio è quello di chiamare il 112.