Quantcast

Crisi idrica, il sindaco di San Bartolomeo Urso scrive al prefetto Intini: «Pressione troppa bassa, paese senz’acqua»

«Invito ai Sindaci e ai cittadini di Imperia e Sanremo a ridurre immediatamente al minimo il consumo»

San Bartolomeo al Mare. «Ho inviato al Prefetto, a Rivieracqua e al Commissario dell’Ato idrico la lettera che qui sotto riporto, per sollecitare immediato intervento. Non è pensabile che a Imperia si riduca la pressione per evitare che si rompano i tubi e che manchi l’acqua: a San Bartolomeo al Mare l’acqua manca e basta.

Invito tutti, compresi i Sindaci e i cittadini di Imperia e Sanremo, a comportarsi responsabilmente e a ridurre al minimo il consumo con effetto immediato. Invito Rivieracqua ad aumentare immediatamente la pressione. Altrimenti è inutile parlare di turismo e di comprensorio turistico: qui c’è gente che non riesce a lavarsi, cui vengono rovinate le vacanze».

Queste le parole del sindaco Valerio Urso in merito all’emergenza idrica che sta vivendo San Bartolomeo al Mare. Di seguito la lettera inviata dal primo cittadino:

«Alla società Rivieracqua SPA, E p.c., Al Commissario dell’Ato idrico, Al Prefetto di Imperia

La presente per richiedere un Intervento immediato di codesta società per la fornitura dell’acqua potabile al Comune di San Bartolomeo al Mare. Nonostante le ripetute segnalazioni da me inviate relative alla pressione troppo bassa della fornitura che porta nelle abitazioni un flusso assolutamente insufficiente, nessun intervento è stato fatto.

Quest’oggi l’intero paese è praticamente senza acqua e il sottoscritto è subissato dalle giuste proteste della popolazione.
La situazione è intollerabile e non intendo subirla senza reagire nei confronti di chi non sta fornendo il servizio».