Quantcast
Referendum Costituzionale - riduzione del numero dei parlamentari
Si
No
50 |
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno
Elezioni Regionali LIGURIA 2020
Vai allo speciale
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno

Coronavirus, l’appello del consigliere Lorenzi (Civicamente Bordighera): «Azione a Ferragosto per non ipotecare autunno e scuola»

«Chiediamo ai giovani di essere responsabili come hanno dimostrato di saper essere proprio in questi giorni, quando alcuni hanno deciso volontariamente di isolarsi avendo il sospetto di aver contratto il COVID»

Più informazioni su

Bordighera. «L’impennata di casi di COVID-19 di questi ultimi pochi giorni è un allarme a cui rispondere senza timidezza. Questo perché i bambini e i ragazzi hanno bisogno che si riaprano le scuole a metà settembre, ma sarà possibile riaprire le scuole senza mettere a rischio la popolazione solo se si arriverà a metà settembre senza casi di COVID-19 o con pochissimi casi». A dichiararlo è il consigliere comunale di Bordighera Mara Lorenzi (Civicamente Bordighera).

«Il motivo è semplice – dichiara il consigliere – La scuola è un amplificatore potentissimo del contagio di malattie respiratorie (un fatto noto da sempre per l’influenza, e ora dimostrato per il COVID-19). Se non ci saranno contagi da amplificare, l’autunno sarà tranquillo. Se ci sarà una persistenza di focolai, anche piccoli, la scuola creerà il rischio di dover prendere provvedimenti drastici». 

E ancora: «Quanto succederà tra un mese è determinato da quanto succede ora. I meccanismi che stanno causando l’impennata di casi dopo quasi due mesi tranquilli che ci hanno permesso di vivere una bella estate sono in buona parte noti, ma non tutti prevenibili. Anzi, poiché questi meccanismi sono spesso legati ai giovani, verranno senz’altro amplificati dai ritrovi della movida. Chiediamo ai giovani di essere responsabili come hanno dimostrato di saper essere proprio in questi giorni, quando alcuni hanno deciso volontariamente di isolarsi avendo il sospetto di aver contratto il COVID. Di evitare di raggiungere gli amici se hanno sintomi di malessere anche lieve. Di mantenere distanziamento e usare mascherine quando sono in compagnia. Chiediamo alle autorita’, che gia’ stanno intensificando le misure di sicurezza, di prevenire gli assembramenti di ogni tipo. Nell’interesse degli stessi giovani, perché libertà incondizionata in un paio di serate d’agosto potrebbe costare loro un autunno solitario».

 

Più informazioni su