Quantcast

A Sanremo la riunione del Dipartimento “Attività Produttive e Sport” di Fratelli d’Italia

Si è analizzata la situazione commerciale della città e si è parlato delle prossime elezioni regionali

Sanremo. Nella serata di ieri, lunedì 3 agosto, sotto la presidenza del delegato Alfredo Guerino, si è riunita l’assise dei componenti il Dipartimento “Attività Produttive e Sport” di Fratelli d’Italia. Si è analizzata, alla presenza del portavoce cittadino Antonino Consiglio e del delegato provinciale al commercio di Fratelli d’Italia Luca Lombardi, la situazione commerciale della città di Sanremo in questi primi mesi post Covid, con particolare riferimento all’avvio della stagione estiva per quelle attività strettamente connesse al turismo, asse portante dell’economia cittadina, ovvero alberghi e ristoranti.

«Purtroppo, come sintetizzato dai presenti, la mancanza del turismo straniero è tangibile e non è parimenti supportata da un incremento negli arrivi nazionali; oltretutto, dobbiamo registrare ad oggi la totale mancanza di un minimo di calendarizzazione delle manifestazioni da parte del Comune di Sanremo.

A prescindere dalla situazione creatasi nei mesi scorsi, la città non ha visto la tramutazione degli eventi soppressi (Corso Fiorito e Rally su tutti) in eventi estivi, necessariamente di dimensioni ridotte e riguardosi delle disposizioni sanitarie in essere, che possano supportare il turista nella scelta della nostra città per le vacanze; a ciò va aggiunta la disastrosa operazione di manutenzione, creata dal Ministero dei Trasporti, sulla rete autostradale ligure che ha, è facile intuirlo, portato molti a tenersi lontani dal territorio del Ponente. Ciò nonostante, nel confronto con le categorie interessate è emerso un timido segnale di ripartenza,concentrato nel week-end» – dicono.

La riunione ha, infine, affrontato il tema delle prossime elezioni regionali che vedranno impegnatala comunità degli elettori, dei simpatizzanti e della dirigenza cittadina a supporto dei candidati di“Fratelli d’Italia” al Consiglio Regionale, al fine di contribuire al buon risultato della coalizione che ha guidato la Liguria in questi cinque anni.