Vincolata a uso pubblico la pista ciclabile. Taggia entra in Amaie Energia

Decisione condivisa da tutti i Comuni costieri che mira a scongiurare qualsiasi ipotesi di valorizzazione privata futura dell'infrastruttura turistica

Sanremo. La pista ciclabile è destinata a rimanere un patrimonio a disposizione della collettività per lungo, lunghissimo tempo. A dirlo è l’apposizione, avvenuta questa mattina, del vincolo a uso pubblico alla Cycling Riviera, messo nero su bianco nello studio del notaio Francesco Centola per volontà di tutti i Comuni costieri che condividono i tratti di pista che presto saranno acquisiti da Amaie Energia e Servizi Srl, società a capitale pubblico ma di diritto privato.  La finalità di questa decisione sta nel voler dare risalto all’uso collettivo dell’infrastruttura turistica, scongiurandone dapprincipio qualsiasi ipotesi di valorizzazione privata futura.

Non è l’unica buona notizia legata al futuro del parco costiero della Riviera dei Fiori. Durante la presentazione del piano industriale 2021 – 2030 da parte del consiglio di amministrazione di Amaie Energia (leggi la notizia qui), il presidente Andrea Gorlero ha annunciato come cosa fatta l’ingresso in società del Comune di Taggia. Esso è l’ottavo municipio dell’ambito sanremese-San Lorenzo che decide di partecipare al progetto di società in house multiservizi, nata su impulso del Comune matuziano per trattare di rifiuti e che si sta ampliando alla gestione di più tipi di servizi pubblici. L’amministrazione tabiese, oltre ad apportare 10 mila euro al capitale sociale, potrebbe presto conferire tutta una serie di servizi fondamentali: dalla gestione dei propri parcheggi, del verde pubblico fino ai servizi cimiteriali.

Amaie Energia è alla ribalda delle cronache amministrative degli ultimi mesi per essersi candidata con successo a subentrare nella gestione fallimentare lasciata ad Area24 della ciclabile. L’ingresso nella compagine sociale dell’amministrazione Conio rappresenta un ulteriore rafforzamento di un gruppo destinato a crescere e ad acquisire sempre più servizi conferiti da parte degli stessi Comune-soci.