Ventimiglia, San Segundin d’Argentu: il vescovo torna nella commissione per nominare il vincitore

Dopo lo strappo del 2017 che aveva portato il vescovo a non concedere la cattedrale per la consegna dell'ambito riconoscimento

Ventimiglia. Il vescovo diocesano monsignor Antonio Suetta torna nella commissione che decreterà il vincitore del premio San Segundin d’Argentu. Dopo lo “strappo” del 2017 che aveva portato Suetta a tirarsi fuori dalla commissione e negare l’utilizzo della cattedrale di Ventimiglia Alta per la consegna del prestigioso riconoscimento, il vescovo fa nuovamente parte del comitato composto da amministratori e cittadini che viene concesso ai ventimigliesi che hanno dato lustro al nome della città di confine.

A chiedere a Suetta di tornare a far parte della commissione era stato, lo scorso anno, il sindaco Gaetano Scullino, che in occasione della consegna del premio allo chef Pinuccia Beglia, storica ristoratrice dei ‘Balzi Rossi’, aveva implorato il vescovo a far parte, come in passato, dell’importante celebrazione – anche profana – del santo patrono San Secondo, che si festeggia il 26 agosto.

«Fino a qualche tempo era importante anche la parola del vescovo, che faceva parte del comitato insieme al sindaco – aveva detto Scullino in quell’occasione – E decidevano tutti insieme, anche perché la premiazione si svolgeva in cattedrale e quindi era giusto un certo riconoscimento e segno di rispetto. Poi non so perché in questi anni si è un po’ modificato. Ma io amerei veramente molto che il signor vescovo continuasse a dire qualcosa per quanto riguarda questo premio, anche perché parliamo del santo patrono e ci terrei in maniera particolare. Ci confronteremo, ma vorrei davvero riprendere dove ho lasciato».

Per il 2020, dunque, la commissione per il conferimento del “San Segundin d’Argentu” risulta così composta:
– Sindaco Gaetano Scullino – Presidente;
– Vescovo – Mons. Antonio Suetta della Diocesi di Ventimiglia/Sanremo;
– Roberto Nazzari (consigliere comunale di maggioranza);
– Giuseppe Palmero (consigliere comunale di maggioranza);
– Domenico De Leo (consigliere comunale di minoranza);
– Pio Guido Felici (rappresentante delle associazioni cittadine);
– Davide Longordo (rappresentante delle associazioni cittadine);
– Serena Cappè (rappresentante delle associazioni cittadine);
– Valter Muscatello (rappresentante delle associazioni cittadine);
– Leandro Lombardo (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Graziella Tabiani (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Sergio Pallanca (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Bruno Scioli (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Luisa Alborno (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Paola Borghino (designato dal comitato Pro Centro Storico);
– Ramon Bruno (designato dal comitato Pro Centro Storico).