Quantcast

Ventimiglia, Nesci (Pd): «Nessuna risposta dalla Lega per spiegare il cambiamento di opinione in merito alla pratica Dimar»

«Prima la Lega aveva chiesto il ritiro della pratica, ma poi ha puntualmente votato a favore di 8000mq di commercio al dettaglio a Bevera»

Ventimiglia. Le dichiarazioni di Vera Nesci del Partito democratico di Ventimiglia:

«Nessuna risposta dai consiglieri della Lega per spiegare il loro cambiamento di opinione in merito alla pratica Dimar. Settimane di polemiche col Sindaco sono solo servite a dimostrare la fragilità di questo gruppo consigliare, piegato al volere del sindaco Scullino.

Accusati di aver scaricato e tradito le aspettative dei commercianti, adesso sono muti. La risposta del vice sindaco Bertolucci, e anche responsabile territoriale della Lega, non convince, anzi risulta una vera e propria giustificazione per aver subito una scelta altrui.

Eppure, prima, la Lega aveva chiesto il ritiro della pratica, ma poi ha puntualmente votato a favore di 8000mq di commercio al dettaglio a Bevera.

Ci chiediamo cosa sia successo nel frattempo per far cambiare idea ai consiglieri: hanno a che fare, forse, le tempistiche con cui è stato silurato il segretario cittadino Spinosi, unica voce fuori dal coro proprio su questa pratica? Purtroppo anche lui è tornato sui suoi passi per la dichiarata ” disciplina di partito”.

In sostanza, la Lega di Ventimiglia dimostra di essere definitivamente succube del sindaco, priva di capacità di elaborare un proprio progetto di città, totalmente incoerente».