Quantcast

Ventimiglia, flash mob per riaprire il Campo Roja: al Resentello 120 manifestanti fotogallery

Scullino: «Cittadinanza non ha aderito, segno che non si riesce a sopportare fenomeno»

Ventimiglia. Circa 120 persone hanno preso parte al flash mob a favore della riapertura del Campo Roja all’ingresso dei migranti in transito organizzato da Rete Sanremo Solidale con 6000 Sardine Ponentine, a cui hanno aderito decine di associazioni sia italiane che francesi. Iniziato con “Bella Ciao”, intonata dai presenti, il flash mob è proseguito con la lettura delle lettere inviate ai ministri dell’Interno, Luciana Lamorgese e degli Esteri, Luigi Di Maio in quanto competenti in materia di immigrazione.

Flash mob a Ventimiglia contro la chiusura del Parco Roja

«Siamo qui per dimostrare la nostra contrarietà alla chiusura del campo Roya – ha detto Davide Fassola portavoce di Rete Sanremo Solidale – Che in assenza di alternative è indispensabile per i migranti e per la città: per i migranti per motivi di umanità e per la città per evitare il riversamento dei migranti stessi, spesso adesso che siamo in estate e che i numeri sono destinati a crescere».

«Oggi cerchiamo il dialogo – ha aggiunto Alessio Bellini (Sardine e Rete Sanremo Solidale) -. Vogliamo far vedere che ci siamo e che la nostra idea è fissa e decisa. Abbiamo contattato parecchie associazioni e per la prima volta, dopo tanto tempo, siamo tutti uniti e compatti, per dire sì alla solidarietà. Speriamo di essere ascoltati da tutti gli attori che possono cambiare questa situazione. Abbiamo scritto a Di Maio e, Lamorgesse e speriamo che tutti, dal prefetto a salire, ci diano veramente ascolto».

Enzo Iorfida (Rifondazione comunista Imperia): «Ho letto sui giornali tante dichiarazioni, ma poco impegno, per tenere aperta la struttura degli immigrati extracomunitari. Qualcuno pensa probabilmente, che togliendo questa possibilità di avere un rifugio, gli immigrati non arrivino. Hanno rischiato la vita per arrivare in Italia e figuriamoci se hanno qualche problema a trovare un posto dove dormire in mezzo alla strada o al parco. E’ quindi meglio avere una struttura che li accolga, li accudisca e li sappia trattare umanamente». E sull’esercito in spiaggia a Ventimiglia: «L’esercito dovrebbe fare tutt’altra cosa, ma siccome sono diventati militari di professione dal 1996 e, quindi, non c’è più l’esercito di leva, stanno diventando dei poliziotti».

«Per noi è uno sbaglio chiudere e sfollare il campo Roya, sia per motivi umani – ha dichiarato Gianfranco Testa, presidente di Mia Arcigay Imperia -. Queste persone ricevono un’assistenza medica, che magari non hanno mai avuto fino all’arrivo in frontiera e qui qualcuno li controlla. Quindi, sono degli esseri umani. Mi sembra il minimo aiutare chi ha bisogno, anziché abbandonarli in mezzo a una strada e ostacolarli il più possibile. Siamo venuti a fare un controllo e a vedere. Su Facebook abbiamo pubblicato dei post con foto, in cui si vedono questi migranti costretti a dormire sotto un ponte o in stazione e a lavarsi nel fiume, non avendo alcun punto di riferimento. Cercano di mantenere un minimo di dignità e si fanno a nascondere, ma non è decoroso per nessuno».

«Siamo qui per chiedere che il campo Roya non venga chiuso – ha ribadito Maria Giulia Latini del “Gruppo 73 Liguria” -. Siamo per l’accoglienze e l’integrazione. Sappiamo cosa può succedere a Ventimiglia con tutte ste persone fuori dal campo. Ho seguito le notizie che arrivavano da chi frequentava il campo e da Sanremo Rete Solidale. Sull’esercito in spiaggia penso che sia una cosa disastrosa, con tutti gli arrivi che ci sono. Peggioriamo La situazione sotto tutti i punti di vista: umanitari e sanitari».

«Il flash mob di Sardine Ponentine e Rete Sanremo Solidale contro la chiusura del Campo Roya non ha avuto un grande seguito da parte della cittadinanza. Questa non è disattenzione dei cittadini, ma un segno evidente che non si riesce a sopportare più il fenomeno, la Città è stanca», questa la risposta del sindaco Gaetano Scullino alla domanda se il Campo Roja che ospitava i migranti chiuderà. «Non abbiamo avuto dalla Prefettura comunicazioni ufficiali sulla chiusura del Campo Roja gestito dalla Croce Rossa – aggiunge il sindaco -. Ora il campo ci risulta chiuso per questioni inerenti il Covid-19 ma sappiamo che era un campo provvisorio e che deve essere chiuso. Quello che non è accettabile, sia da un punto di vista umano che per questioni di igiene, ordine, pulizia e sicurezza che ci siano bivaccamenti per la Città. Il ministero dell’Interno deve intervenire in modo chiaro, scriverò al Ministro, non si possono lasciare le città di confine, come Ventimiglia, senza dare linee guida chiare e vincolanti. Il Prefetto, il Questore e tutte le Forze dell’Ordine hanno fatto un ottimo lavoro ma noi non possiamo andare avanti con questa percezione di insicurezza e degrado sociale».

E ancora: «Non accetteremo di stare in silenzio, i cittadini tutti, anche chi da un considerevole e comprensibile peso alle politiche dell’accoglienza, voglio pulizia, ordine e sicurezza. Non possiamo accettare che in città si creino luoghi di bivacco o improvvisati ciagigli. Basta, si prenda una decisione definitiva, chi è d’accordo che gli sbarchi continuino trovi delle soluioni reali, altrimenti se li portino a casa loro. Io come sindaco accolgo volentieri se ci sono strutture statali in grado di ricevere, assistere e smistare in modo ordinato, non voglio gente che occupa la città non rispettando le leggi che noi rispettiamo. Non si può premiare il clandestino economico e punire chi lo ospita».

Hanno dato l’adesione all’iniziativa le seguenti realtà associative del territorio:
RETE SANREMO SOLIDALE, 6000 SARDINE PONENTINE, Lista civica Città Bene Comune, Sanremo, Potere al Popolo! Imperia, Aifo Imperia, Imperia, Arci provinciale, Imperia, M.I.A. Arcigay, Sanremo, Rifondazione Comunista, Circolo “Valeria Faraldi”, Sanremo, Associazione “Popoli in Arte”, Sanremo, Anpi, sezione di Sanremo Anpi, sezione di Ventimiglia, Anpi, sezione di Genova, Ambulatorio internazionale Città Aperta, Genova, Progetto 20K, Ventimiglia, Tavolo Festa dei Popoli, Sanremo, Scuola di Pace, Ventimiglia, Associazione “Angeli di pace”, Sanremo, Associazione culturale P.E.N.E.L.O.P.E., Bordighera, Comitato Art. 2, Ventimiglia Caritas intemelia, Ventimiglia, Servizi Caritas, Imperia, Caritas, San Bartolomeo al mare, Associazione “Mappamondo”, Sanremo, Associazione culturale “Artesenzaconfini”, Sanremo, AUSER, Sanremo, Sinistra Italiana, Sanremo, Associazione Spes Ventimiglia, Associazione “Casa Africa”, Bordighera, Libera, Imperia, Lista civica Sanremo Attiva, Sanremo, Refugees Welcome, Imperia, Legambiente, Circolo Valle Argentina, Taggia, ADN Association pour la Democratie en Nice, Nizza, Roya Citoyenne, Val Roya, Amnesty06, Cannes, Amnesty GR073, Sanremo, Centro culturale islamico Sanremo, Associazione dei Senegalesi, Sanremo, Globa – Id – Services, Sanremo, Centro di solidarietà “L’ancora” Sanremo
Adesioni individuali: Paola Mazzucchi, Ventimiglia, Rosalba Vinchery Santana, Sanremo, Giovanna Maisano, Ventimiglia, Alessio Bellini, Sanremo, Mara Corradi, Sanremo, Christian Gullone, Sanremo, Rose Rafinure, Sanremo, Eraldo Bigi, Sanremo, Beatrice Pallotti, Ceva, Fabiola Brisigotti (“Greenpeace”), Matteo Lupi, Arma di Taggia, Rito Alvarez, Vallecrosia, Gioacchino Carli, Sanremo, Paolo Lizzadro, Ventimiglia, Edy Santamaria, Sanremo, Dario Daniele, Sanremo, Simonetta Revelli, Sanremo, Andrea Zammataro, Sanremo, Mauro Lazzaretti, Ventimiglia, Teresa Maffeis (“Association pour la Democratie en Nice”, ADN), Nizza, Pino Ghersi, Sanremo, Alessio Livia, Annamaria Maccaboni, Sanremo, Abbou Abdellali, Sanremo, Mamour Diop, Sanremo, Marco Boeri, Arma di Taggia, Angelo Danio, Sanremo, Jonathan Terino, Sanremo, Emma Boie, Sanremo, David Terino, Sanremo, Manon Del Core, Santo Stefano al mare, Davide Fassola, Sanremo, Daniela Carlone, Sanremo, Laura Allegretti, Sanremo, Marina Gori, Sanremo, Laura Grassiano, Diano San Pietro, Clarice Basso, Pairola, Amelia Narciso, Sanremo, Antonella Viale, Imperia, Manuela Roggero, Sanremo, Robert Von Hackwitz, Sanremo, Maria Zucchi, Sanremo, Maria Paola Rottino, Sanremo, Alfredo Schiavi, Sanremo, Susanna Bernoldi, Imperia, Anna Reggiardo, Genova, Maria Giulia Latini, Sanremo, Fabio Burattini, Ancona, Monica Ferrari, Imperia, Giulio Bregliano, Imperia, Maria Teresa Pollero, Imperia, Luciano Codarri, Ventimiglia, Biancamaria Maddalena Peruzzi, Sanremo, Pino Pannuti (“Sinistra Italiana”), Sanremo, Guido Guglielmi, Imperia, Laura Monda, Nizza, Serenella Ibba, Sanremo, Marco Agati, Sanremo, Rosa Infantino, Ventimiglia, Suzel Prio, Val Roya, Pamela Di Fresco, Imperia, Jacopo Colomba, Ventimiglia, Fabio Ormea, Sanremo, Karima Mokhatari, Sanremo.