Ventimiglia, aumentano i migranti respinti dalla Francia: sono 100 al giorno secondo i dati della Caritas

Da gennaio a luglio, i migranti che si sono registrati alla Caritas sono stati 761, di cui il 95 per cento uomini e il 10 per cento donne

Più informazioni su

Ventimiglia. Sono 130 i migranti che si sono rivolti alla Caritas Intemelia negli ultimi due giorni. Uomini e donne che, non potendo accedere al Campo Roja, ancora chiuso ai nuovi ingressi, si ritrovano in strada e chiedono aiuto per mangiare e per lavarsi. A fornire i dati, facendo un bilancio del primo semestre del 2020, è la stessa organizzazione di volontariato Caritas Intemelia.

«Il Campo Roja è ancora chiuso ai nuovi ingressi e le persone sono costrette ad accamparsi negli spazi pubblici – scrive la Caritas – Negli ultimi due giorni abbiamo incontrato 130 persone in viaggio, sappiamo che i respingimenti dalla Francia hanno raggiunto i 100 al giorno. In questi anni abbiamo compreso, dai racconti di chi è in viaggio, che Ventimiglia costituisce solo una delle tante tappe del viaggio, che fino a qui è stato spaventoso. Abbiamo imparato che non si possono fermare le persone e non è possibile modificare il progetto migratorio di un essere umano».

Da gennaio a luglio, i migranti che si sono registrati alla Caritas sono stati 761, di cui il 95 per cento uomini e il 5 per cento donne. La nazionalità più presente è quella sudanese (23%). Seguono migranti provenienti dall’Algeria e della Nigeria (9%), Marocco (8%), Eritrea (5%), Somalia e Afghanistan (4%). A queste persone la Caritas ha fornito 3075 pasti e 800 kit vestiario e igiene.

Più informazioni su