Taggia, area Park24 c’è una svolta. Stanziati 5 milioni di euro tra Comune e Regione fotogallery

Quello sito sull’ex sedime ferroviario di Arma è un cantiere fermo dal 2008

Taggia. «La Regione Liguria darà un milione e mezzo di euro al comune di Taggia per rilevare il cantiere di Park24».

Riviera24- Toti Park24

Questo è quello che ha dichiarato, tra gli altri argomenti trattati, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, durante un sopralluogo nell’area demaniale del “Park24/Area24” in via Boselli. Insieme a lui, oltre una delegazione dell’amministrazione tabiese, c’era il sindaco Mario Conio e gli assessori regionali Gianni Berrino e Marco Scajola.

Quello sito sull’ex sedime ferroviario di Arma, di fronte alla ex stazione,è un cantiere fermo dal 2008. Si dovevano costruire dei box per posti auto e nel 2015 Area 24 rilevò la concessione alla Millenium, che intanto rischiava di fallire. Meglio non è andata alla società della pista ciclabile, che è tutt’ora in liquidazione.

Però sembra che oggi sia il giorno della svolta in quanto, oltre ai fondi facenti parte del fondo strategico che la Regione dà al Comune, dopo una richiesta di finanziamenti da parte dell’amministrazione Conio lo stesso ente tabiese tramite un mutuo disporrà di 3 milioni e 300 mila euro di euro per le opere.

Nello specifico: il solaio di copertura della struttura, all’altezza della pista ciclabile e della vecchia stazione, sarà destinato ad una piazza pubblica, con aree verdi e spazi vivibili per tutta la cittadinanza.

«Questo interventospiega Toti – si inserisce in uno stanziamento complessivo su tutto il territorio ligure di quasi 16 milioni di euro dal Fondo Strategico per consentire la realizzazione di interventi attesi da tempo dalla cittadinanza e dagli amministratori locali. Di quei fondi, più della metà sono destinati al ponente ligure. Qui a Taggia insieme al sindaco Conio manteniamo una promessa che avevamo fatto con il sindacoprosegue il governatoreavviando quel percorso di definitivo recupero di questa struttura, da troppo tempo abbandonata al degrado. Il sindaco ha trovato una soluzione che richiedeva un finanziamento e non l’abbiamo inserito: con il cofinanziamento e con gli accordi raggiunti si potrà iniziare a mettere mano a questo cantiere per restituire quest’area alla città. Da levante a ponente, pezzo dopo pezzo, stiamo realizzando tante cose lasciate incompiute e stiamo rammendando, come ha detto l’architetto Piano, il nostro territorio, rendendolo più bello, sicuro e fruibile».