Tabacchi, la Francia mette freno al contrabbando: ridotto il numero di stecche acquistabili all’estero

Al massimo si potrà portare in Francia una stecca di sigarette comprate in Italia contro le quattro di prima

Più informazioni su

Mentone. Limite di una stecca di sigarette (invece che quattro). L’assemblea nazionale ha votato ieri il provvedimento di restrizione nell’acquisto di tabacchi all’estero per poi riportarli in Francia. Una scelta, secondo le autorità francesi, dettata dalla necessità di limitare il contrabbando che rientra nel progetto per contrastare la crisi di bilancio. E non solo, stando a quanto dichiarato dal ministro Olivier Dussopt la legge è necessaria per la salute pubblica, ma anche per sostenere i tabaccai francesi.

Dussopt ha sottolineato che durante il lockdown legato al Coronavirus «il consumo di tabacchi variava a seconda dell’apertura o della chiusura dei confini». E mentre a chiusura della frontiera con l’Italia i tabaccai francesi hanno fatto registrare un +400 per cento di vendita di sigarette, con la riapertura «le tabaccherie di frontiera hanno registrato un forte aumento dei consumi».

Una conseguenza logica, visto che ai francesi della vicina Costa Azzurra conviene spostarsi in Italia per comprare le sigarette che in Francia costano il doppio, e il cui prezzo è stato aumentato ancora negli scorsi mesi.

 

Più informazioni su