Sputò ai carabinieri al pronto soccorso di Imperia, Salvini: «E’ già libero eppure Governo vuole cancellare i Dl sicurezza»

«Non dà certezze sul futuro della pistola elettrica dopo i problemi del bando»

Imperia. «È stato condannato a dieci mesi di carcere ma è già libero in attesa della sentenza definitiva: un marocchino di 41 anni aveva sputato addosso ai carabinieri in piena pandemia, poi li aveva aggrediti addirittura a colpi di pietre.

Eppure il governo pensa di cancellare i Decreti sicurezza, che hanno inasprito le pene per chi attacca le Forze dell’Ordine, e non dà certezze sul futuro della pistola elettrica dopo i problemi del bando. Incapaci e pericolosi». Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando la sentenza contro un marocchino che aveva dato in escandescenze al pronto soccorso di Imperia lo scorso 25 marzo.