Sanremo, Condò (Civiltà Liberale): «È ora di scendere in piazza contro il disegno di legge Zan»

«È urgente esprimere il nostro più forte disappunto»

Sanremo. «È ora di scendere in piazza contro lo scempio del Disegno di Legge Zan! La conferenza dei capigruppo della Camera dei Deputati ha stabilito che la proposta di legge contro l’omotransfobia arriverà in Aula per la discussione il 27 luglio. Così la data dell’approvazione di una norma liberticida si avvicina. È urgente esprimere il nostro più forte disappunto.

La mobilitazione di piazza, già annunciata da diverse settimane per l’11 luglio, ha un nuovo appuntamento e una nuova data: giovedì 16 luglio. Non puoi venire a Roma? Organizzala nella tua città. Il raduno principale si svolgerà a Roma in piazza Montecitorio, dove si conta sulla presenza di diversi politici di opposizione, in collegamento con altre cento piazze in tutta Italia, il cui elenco si può consultare sul sito www.restiamoliberi.it. Sarà fondamentale la tua presenza! Così come è importante chiedere ai nostri rappresentanti locali di non rendersi complici dell’approvazione di questa legge pericolosissima.

In Parlamento c’è già chi non aspetta altro che sentire il tintinnio delle manette ai polsi di chi – come te, come me – continua a sostenere che affidare un bambino a una coppia omosessuale è sbagliato. Le pene vanno dal carcere fino a un anno e mezzo a multe fino a 6mila euro. Non solo. Si può rischiare anche l’obbligo di dimora, il ritiro della patente di guida, del passaporto e di documenti di identificazione validi per l’espatrio, nonché il divieto di svolgere attività politiche per almeno tre anni.

Insomma, chi non si piegherà ai diktat delle lobby Lgbt, finirà dietro le sbarre o verrà socialmente emarginato. Personalmente non voglio che l’Italia diventi una dittatura simile a quella cinese. Non voglio che i nostri figli vengano indottrinati all’ideologia gender. E penso che anche tu non lo voglia. Allora dobbiamo opporci. Scendere in piazza è necessario!!!!» – commenta Alessandro Condò di Civiltà Liberale.