Sanremo, buona ripartenza per il Casinò: «Abbiamo assicurato la più ampia offerta di intrattenimento»

Il bilancio consuntivo 2019 si chiude con un utile di esercizio di circa 2,1 milioni di euro al netto delle imposte

Sanremo. L’assemblea dei soci del Casinò di Sanremo ha approvato ieri, 1 luglio, il bilancio consuntivo 2019, che si chiude con un utile di esercizio di circa 2,1 milioni di euro al netto delle imposte.

«E’ un ottimo risultato che attesta l’oculata gestione aziendale dove importanti investimenti sono stati coniugati con il continuo monitoraggio delle spese sempre finalizzate alla produzione e al consolidamento dell’azienda. Risultato che vogliamo condividere con il precedente Cda» – precisa il presidente del Casinò Adriano Battistotti con i consiglieri Barbara Biale e Giancarlo Ghinamo, amministratore delegato.

Nel mese appena concluso, ridottosi poi di fatto alle ultime due settimane lavorative in ragione della chiusura anti-Covid mantenuta sino al 16 giugno, il Casinò ha incassato € 1,6 milioni di euro, con un significativo incremento del 10% rispetto alle ultime due settimane del giugno 2019. L’incasso del 2020 si attesta, per questi primi sei mesi, a 10 milioni di euro.

«Ringraziamo i nostri impiegati per la flessibilità dimostrata al momento della ripresa, consentendo di offrire alla numerosa clientela le consuete occasioni di svago e divertimento nell’ambito dei giochi tradizionali e di quelli meccanici» – continuano gli amministratori.

«Abbiamo assicurato la più ampia offerta di intrattenimento possibile nel rispetto del nostro protocollo Sicurezza, ritenuto tra i più esaustivi in termini di misure di contenimento del contagio a beneficio dei dipendenti e della nostra clientela. Registriamo l’interesse crescente di visitatori francesi, primo risultato della campagna mediatica in Costa Azzurra.

Parallelamente abbiamo incrementato i nostri tornei di poker, che si svolgeranno durante tutta l’estate, una scelta premiata dalle frequenti iscrizioni. Il bilancio di queste prime due settimane ci conforta, grazie anche all’impegno profuso dai lavoratori nell’affrontare i cambiamenti aziendali imposti da questo delicato momento storico che stiamo vivendo».

Dalla riapertura le slot machines hanno realizzato a giugno € 1.38 milioni premiando al tempo stesso molti giocatori con super vincite superiori a € 4,999 per complessivi € 230.000. La Poker Room ha visto il ritorno di players provenienti da tutta Italia e dalla vicina Francia, che hanno confermato le loro iscrizioni anche per le gare organizzate a luglio e agosto. Si tratta di un interessante programma per tipologia di giochi e montepremi dove sono stati inseriti, accanto ai tornei settimanali, il Sanremo Poker Open,( 7-12 luglio) due Monsterstack 250, ( 14-19 luglio e 11-16 agosto) e tre tornei Derby 150, ( 1-5 luglio; 4-9 agosto; 25-30 agosto) due mesi di full immersion nel mondo del grande Poker.