Sanremo, accoltellò l’ex compagna: commerciante condannato a 7 anni e 8 mesi

Il pubblico ministero Enrico Cinnella Della Porta aveva chiesto una condanna a 12 anni

Imperia. Il gup Anna Bonsignorio ha condannato stamani in abbreviato a 7 anni e 8 mesi di carcere Giuseppe Mamone: il commerciante di 69 anni che all’alba del 24 aprile del 2019 aveva colpito con alcuni fendenti l’ex compagna 50enne, appena uscita di casa, in corso Inglesi, a Sanremo, per recarsi al lavoro. L’uomo era accusato di tentato omicidio, stalking e rapina.

Il pubblico ministero Enrico Cinnella Della Porta aveva chiesto una condanna a 12 anni, mentre nella sua arringa, l’avvocato difensore Luca Ritzu ha chiesto l’assoluzione dal reato di stalking e il riconoscimento all’imputato delle attenuanti generiche per i comportamenti assunti subito dopo aver accoltellato la donna, raggiunta da due coltellate al torace e a una gamba. Nel condannare Mamone per tutti i capi d’accusa, il giudice ha tenuto conto delle richieste dell’avvocato, concedendo le attenuanti.

Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni. Solo dopo averle lette, il legale deciderà se fare appello.